Volevo solo un abbraccio

VIVERE

Niente parole inutili, scivolose e frastornanti.
Nessuna birra, per la carità.
Dimenticati che vorrei sedermi al tavolino di quel bar.
Sono stanca di girare.
Ti prego guardami e per una volta, no dico … ti prego, non parlare!
Solo pensa.
Un bosco incantato e noi nel suo immenso che cantiamo, le nostre braccia rami di virgulti in fiore, i nostri capelli humus per la terra feconda che attende calore.
Ferma la tua testa pensante una volta almeno e sognami natura, disegna con me l’arcobaleno.
Mi guardi confusa senza più parlare, io mi specchio nei tuoi grandi occhi e temo quel tuo osservare.
Mi vedi?
Capisci tutta me?
Sono sempre io, no… nessun pseudo-Dio.
Sono solo una donna,
mi lascio navigare,
sono la vertigine
nel tuo vivere normale.
Non temere, fatti assaggiare, volevo solo un abbraccio… volevo… volevo solo sognare.

One thought on “Volevo solo un abbraccio

  1. Mise en abîme… Non c’è fiaba senza bosco e non c’è bosco senza fiaba, l’occhio teso a rispecchiare tenui raggi tra le foglie – e pareti mie pareti dove sbattere la testa.
    Salüt, Lady Wintertale…
    lzd

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...