Ondeggio accesa nell’assenza della tua essenza

desiderio

Se ti penso,
brilla come un cero l’emozione.

Ondeggiare ubriaca
sarebbe pressoché il nulla,

al pensiero
delle tue labbra che mi bevono.

Mi trascino nella nebbia

e guido piano


cercando nel vuoto la tua luce amata.
Di sfuggita il mio sguardo nello specchietto;
Retrovisore.
Sono polpa che brucia,
il sangue,
la passione,
sono la carne
che attende
febbrile

il tuo sapore.

Freme e riluce la mia pelle,

nascosta sotto al desiderio represso,
attende.
La tua carezza lieve

incessante

mai sazia
Decisa.
Come i capelli tuoi
per sempre
sfiorano
il cuscino nella notte.

2 thoughts on “Ondeggio accesa nell’assenza della tua essenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...