Un foglio bianco

ammanettataallavita

Giro e rigiro il foglio bianco tra le dita. Annuso i polsi delle mani, in tuffo carpiato mi ammanetto alla vita.

Vita che mi hai urlato salta il fiume e guada gli errori, ti cedo gaia il passo, danzando. Del freddo di quell’acqua ricordo solo gli odori.

L’acre malato di un nauseabondo profumo di stagno mi ha incantata subdolo e malinconico dentro il finto bagliore di un sogno.

Ma le manette strette hanno giocato a nascondino e giacché la vita ha sconfinato ben oltre il suo traguardo, il baratro ondeggia ora solo, come un ombra morta nel destino.

4 thoughts on “Un foglio bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...