Fingo di non amarti

 

Fingo di non pensarti,
come fossimo pianeti estranei l’un l’altra.
Mi trucco lievemente
per giocare col mio volto abbronzato
e non credo di
poterti piacere di più.
Tu. Il mio spettacolo innamorato.

Fingo che tutto va bene
e che fuori mi respira il mare,
è bello immaginare il suo richiamo dolce,
come la pelle delle tue mani che
senza temere
sanno bene quando venirmi a frugare.

Eppur fingo che tu non sappia niente di me,
che un giorno ci si possa anche amare per caso,
vederti all’incrocio passare
e solo con uno sguardo
invitarmi a sfiorare …

Sarebbe un tuffo in occhi indelebili già vivi nella memoria
pervaso da falsi sorrisi di circostanza,
la mia gonna troppo corta,
la tua ingenua mano morta.

Eppur fingo.
Fingo di non sapere
della tua fonte e del mio ubriacarmi
abbeverata, assorbita, sorseggiata,
indistintamente ed ingenuamente
tracannata.

Eppur non so dire quante volte oggi mi sono perduta
dentro alla tua orma impressa e trasparente,
forgiata a  stampo compiuto in ogni mio riflesso,
tra le pieghe delle mani,
a devastazione nella mia mente.

Non so definire bene chi sei,
cosa mi hai fatto intimamente.
In fondo fingo di non saperti, udirti o dirti:
che mi incanti immensamente.

Fingo di non pensarti.
Lasciando che il tempo passi
ti aspetto ogni notte.
Ed ogni notte fingo di non amarti.

20 thoughts on “Fingo di non amarti

  1. però…bello il suo blog, mi piace tutto di lei, le foto, le parole, l’acqua dolce che vi scorre dentro e mille altro ancora.

    Mi piace

  2. Ormai su questa piattaforma mi scrivono principalmente utenti anonimi, che per la carità mi fa piacere, non intendo sostenere il contrario… ma ogni tanto mi concedo il lusso di sperare che innanzi ad una pagina con nome e cognome qualcuno osi mostrare il suo?In fondo sono così banalmente femmina ed umana…Sono così belli i nomi: Maria, Riccardo, Federico, Luca, Anna. Di Milano, Bologna, Mantova, Napoli.E' solo una questione d'identità e riconoscersi in essa. Non sposta i monti, non toglie pathos, non cambia la mia vita.Forse la modifica a chi scrive? E chi lo sa.Da quando io scrivo col nome mio sono più io e sono cadute molte maschere.In ogni caso, bando alle ciancie e vi ringrazio per tutte le parole che lasciate in questo angolo di cielo… amici miei….anonimi:-)(Selenio x quanto ovvio tu sei escluso dal mio dire perchè noi ci conosciamo personalmente ed sei indiscutibilmente un grande personaggio oltre che un fedele amico…)Stefania

    Mi piace

  3. Brillante e ardito il modo di scrivere, schietto e smascherato. Piacevole al palato. Giusto quanto scrive circa gli anonimi, pertanto non che si riveli poi tutto nello scrivere un nome o un luogo ma si comincia coll’avere un’identità.
    Quindi, Marcella – Perugia

    Mi piace

  4. Benvenuta su Signora Marcella di Perugia.Et voilà. Ma che bello. Così mi piace.Nome vero o di fantasia, che importa.Sempre meglio che chiamarsi anonimo.Ce ne sono cosi' tanti in giro.Grazie per aver raccolto la mia "simpatica" sfida.Stefania

    Mi piace

  5. Come sempre splendida mia cara Signora………fingere di star bene e poi convincersene…. si può fare….attenzione a non cadere in fallo.. per non trovarsi con la verità a schiaccare il petto e il cuore….Una BriciolaDiSole tutta per te :o)

    Mi piace

  6. Briciola, ma ciao…bentornata.Convengo con te…certe finzioni è meglio lasciarle agli stolti.Lo sai no che la mia in fondo è solo voglia di condividere parole in poesia.Un baciotto e tanto sole a te…Stefania

    Mi piace

  7. Non mi dire!! Anche in prosa !! Riesci a disegnare  l'amore e fare delle rime dolci carezze.
    Complimenti mia cara signora.
    marco, stazionetermini

    Mi piace

  8. Carissimo Marco che piacere leggerti.
    Mi auguro la vita ti sia lieve e che stazione termini ti accolga ogni giorno, nei tuoi spostamenti, brulicante di umanità che si muove.
    Mi mancano i tuoi racconti.
    Mancano tanto.

    Un bacio

    Stefania

    Mi piace

    • Certo che è un finzione. Che credevi, che io scrivo dell’amore perchè l’unico motivo per cui vivere e sperare? A pari post bello, corrisponde un reatà talvolta da fame. Barcameniamoci Gatto, che poi non si capisce perchè tutti cercano l’amore. Io non l’ho mai cercato, mi è sempre piombato alle spalle e salvo qualche occasione in cui ne è valsa la pena, le altre volte era meglio se andavo all’oratorio a bere la cedrata tassoni.
      Ti abbraccio e poi…ho letto il tuo ultimo post, devo passare a commentare. In quel che scrivi siamo talmente simili che sembriamo gemelli separati alla nascita. Tu col tuo Sylvestrino, io con la mia Minnie.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...