Tra il voler bene e l’amore… c’è solo una congiunzione

SPERANZA

Ho sempre pensato che nella concezione del sentimento amore si esprima anche l’idea del volere bene.
Non per sminuire il sentimento più bello del mondo, ma perché l’esistenza del bene lo rende nobile oltre che carnale.

Mi sono gravemente sbagliata.
Questo concetto vale per pochi.

Ho sempre voluto bene alle persone che ho amato. E’ un istinto più forte della mia coscienza, è un bene che mi porta a preoccuparmi nonostante tutto, è un sentimento non controllabile. 

La morte,  il 14 marzo scorso, si è portata via mio padre, è stato un duro colpo, il dolore più grande a cui ho dovuto dar conto dopo l’aver scoperto che sono l’imperfezione fatta donna.
Mi manca da morire!
Non possiedo le parole per spiegare cosa significa non sentire più la sua voce, non avere la sua mano forte e dolce sulla mia testa, non incrociare il suo sguardo buono. 
Ho preso l’abitudine di cercarlo tra i fiori e le piante del suo giardino, se chiudo gli occhi lo immagino potare le rose, parlare con la sua setter, Kelly, mostrarmi orgoglioso i suoi famosi pomodori. 
Lo amavo, di un amore tardivo e per questo denso e doloroso.
Mi sento morire all’idea che fuori diluvia e possa avere freddo. Mi sento inutile al pensiero che non lo rivedrò stasera quando ritorno a casa, ma è giustificato. 
Tu sei giustificato papà.
Non mi hai abbandonata, sei solo andato in un luogo migliore perché su questa terra stavi troppo male per potermi stare ancora vicino.

Nella vita è l’amore maturo che rende onore ad un mondo che fa schifo e chi dice di sentire amore nel cuore non può non avere coscienza anche del  bene.  Forse voler bene è troppo impegnativo, mentre desiderare è più semplice.

Ciak si gira:

Lui: “Torniamo insieme!”.
Lei:  “No, mi spiace, ma non ci riesco più”.
Lui:  “Ti ho sempre detto che non saremmo mai stati amici perché io ti amo!”.
Lei:  “Ma io sono cambiata, oggi ti voglio solo bene…”.
Lui:  “Mi dispiace, io non ti voglio bene”.
Lei:  “Lo so, ecco perché ti ho lasciato”.

 

Il cielo ha nuovi colori.
Papà, tu come stai?

4 thoughts on “Tra il voler bene e l’amore… c’è solo una congiunzione

    • Ciao Carmen. Per fortuna il mondo è bello perchè vario o avariato, non saprei.
      Certo è che ognuno la pensa a modo suo.
      Io quando amo, in automatico, imparo anche a voler bene e se finisce l’amore resta il bene. Ma non tutti la pensano così ed è giusto che ognuno segua il proprio sentire.
      Basta che non si cerca di imporlo a me.
      Un caro saluto
      Stefania

      Mi piace

  1. Ho pensato e sentito la stessa ora. Pioveva. Mio padre lì, nella terra fredda, solo, il sole già finito all’orizzonte. Me ne andavo a casa, nella musica, stanca, pensando alla casa calda ed accogliente. Vuota di lui. Sì. Esattamente così. Vuota delle sue mani grandi. L’ultima cosa che avevo stretto al cuore. Gli occhi già chiusi per l’eterna stanchezza. Vuota della metà esatta di chi ero e forse della metà migliore di chi resta oggi.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...