i m p o s i z i o n e

imposizioni

Odio ricevere imposizioni.
Sentirmi dire cosa devo fare,
ciò che è meglio non fare,
ciò che avrei dovuto, ma sai…
non c’hai pensato.

Odio non poter fare, dire, scrivere,
ciò che mi va, quando mi va,
dove io ritengo sia il caso.
Sta storia della mancanza di tatto
mi ha veramente strarotto i tatti.

Guardatevi a voi,
che vivete come elefanti allo stato brado.
Fate come diamine vi importa.
Dite ciò che vi fa comodo.
Andate dove volete.

Vi muovete senza immaginare.
Parlate senza pensare.
Chiedete cose senza in realtà volerle.

La mia punizione di oggi, 
sarà  il vostro bagno penale domani.

Il mio isolamento, la vostra solitudine.

Perchè è nella natura della vita,
che arriverà il giorno in cui 
tutto sarà sano,

lucido e silenzioso.
Arriverà  anche per me
il gorgo della morte,
quella vera,

a portarmi crisantemi bianchi
vicino alla
tomba di famiglia.

Allora rimpiangerete,
il tempo perso
dei lutti anticipati.
Le morti preimpostate.
Le veglie funebri alle anime vive.
I silenzi.

Da quel giorno il vuoto di me
sarà per sempre
e
vi romperà i timpani delle orecchie.
Una volta per tutte sarà
un per sempre mai più quel poco o quel tanto di me.

5 thoughts on “i m p o s i z i o n e

  1. Quanto tempo è passato.
    Quanta strada ha separato le nostre vite.
    Sono tornata a scrivere, meno aggressiva, meno sciolta, meno sicura …
    Sono tornata a vivere nelle parole, oggi.
    Uno sforzo per ricominciare e chiudere cicli. Per poi aprirne altri.
    Sono tornata a cercarti …
    Un nome nuovo, una longobarda vecchia.
    Ora sono solo Claire.

    Mi piace

  2. Bellissime parole, ci pensavo anch’io, in questi giorni dove ho potuto staccare un po’ dalla routine e godere della solitudine nella natura, con i pensieri di vita e di morte ad essa annessi. Per come ho interpretato il tuo post, sembrano parole cariche di rancore, in realtà sono piene di vita; il rancore è quello dei giorni di tutti, dei più, che scaricano sui pochi che sanno ancora porsi delle riflessioni diverse dal solito.

    Mi piace

    • Ciao Marco, come sempre…grazie per il tempo che mi dedichi. Hai ragione, banalmente il post non è dettato dal rancore, ma da una constatazione di fatto.
      Mi è sempre più complicato sottostare alle pressioni degli altri. Da qualche mese sono diventata allergica a molte cose.
      Buona serata
      S

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...