mamma che stanchezza

Ho vissuto un attimo eterno non raccontabile.
Come un bacio tanto desiderato,
ricevuto all’improvviso.
stanchezza1

Venerdì sera ho conosciuto una sorta di stanchezza indescrivibile che non mi ha più abbandonata. Ho dolori un pò ovunque e sento di pesare un quintale nonostante con grande sforzo mi trascino in giro per il mondo sperando di ritrovare l’energia smarrita. Il nodo più grande di questo “immenso bacio” è che per il momento non mi sento affatto bene. Sembro un anima che trascina un cadavere.
Qualche mese fa mi era capitato di non avere nulla da fare, essere perfettamente riposata e ciò nonostante sentirmi in sofferenza per la stanchezza di tutto quel nulla.  
Oggi vivo una stanchezza astratta che non si vede. Il mio colorito è sano, il corpo florido non sembra appartenere alla donna gracile ed esile che son sempre stata, ma sono emozionalmente al tappeto. Portare il peso della mia coscienza e degli impegni che mi gravano è la stanchezza più spaventosa che potevo conoscere.
Da qualche giornata la mia energia vitale chiede di essere ascoltata, come se una zecca energetica si fosse attaccata a succhiarmi vitamine.
Forse la frase di Emil Cioran ne Il funesto demiurgo, 1969 – “la sorte di chi si è ribellato troppo è di non aver più energie se non per la delusione”, è vera anche al contrario.
In questo istante mi sento di affermare che “la sorte di chi si è impegnato troppo è di non aver più energie ad avvenuto raggiungimento dell’obiettivo”.
Sì, che posso dirlo,
perché io mi sento dannatamente a brandelli. Stesa sulla  meta, senza più fiato per rialzarmi e camminare. Mi devo riprendere. Smettere di friggere, manco fossi una patatina al forno. Respirare a pieni polmoni. Ritrovare le mani che stanno al posto dei piedi.

ad maioraForza… Signorastanca… ad maiora semper.

39 thoughts on “mamma che stanchezza

  1. Macché Polase ….apri una bella bottiglia di Cabernet Villa Russiz, se non ti fa riprendere morale ti stronca del tutto. Ma sarebbe una stroncatura da ebbrezza, e quindi positiva 😉

    Mi piace

    • Venerdì, dopo il “bacio del vampiro” (è una metafora ovviamente), mi sono bevuta una bottiglia di Gewürztraminer, sabato ho rincarato la dose con una bottiglia da 75 di birra non filtrata Nebra 32. Da ieri bevo solo tè e tisane. Il polase è d’obbligo caro Fedri, ma il Cabernet me lo segno in agenda. Tra poco me ne servirà una cassa intera.
      🙂

      Mi piace

      • Gewurztraminer, ti consiglio il Kastelaz di Elena Walch o quello della cantina Ritterhof. Anche se ultimamente mi sono più orientato verso un vermentino di Gallura da vendemmia tardiva (Arakena) molto aromatico e pieno. Per il Cabernet, secondo me, il top è quello di Villa Russiz, abbastanza alcolico (e costoso) ma ottimo.

        Mi piace

  2. La stanchezza astratta è la più pericolosa, ma la soluzione l’hai già detta tu nelle ultime righe del tuo post, quindi non la ripeterò (altrimenti mi stanco 😀 ) riprenditi presto! 🙂

    Mi piace

  3. Come ti capisco, mentre leggevo mi sembrava di vedere me stessa. Sto bene, non ho problemi di salute ma sono sempre inun abisso sfondato di stanchezza: fisica e mentale.
    Poi mi domando: ma perchè devo sempre essere io a tirare la cariola? essere al top per tutti, fare tutto quello che gli altri si aspettano senza avere in cambio neanche un sorriso.
    Stanca, sono stanca…senza forze e se ne parlo mi dicono: ” Chi tu? ma figurati ! ”
    Ti mando un abbraccio
    Orofiorentino

    Mi piace

    • Anche tu colpita dalla stanchezza astratta?
      Non ti crede nessuno perché si sa che il mattino ha l’oro in bocca e tu lo sei di nome:-)
      Ho scoperto che il polase aiuta. Sono alla terza bustina in 18 ore, spero non mi vengano disturbi all’intestino:-)
      Grazie per essere qui da me.
      Contraccambio l’abbraccio
      Stefania

      Mi piace

  4. a volte l’enorme stanchezza per raggiungere la meta per la quale ci si è tanto impegnati, non fa neanche gioire; quasi quasi si minimizza pensando “eh va bè, era quasi ovvio che ce la facessi”.
    contro la stanchezza post vittoria meritatissimo riposo e riposo e riposo (se si può!) alternato ad integratore.
    sembrerebbe un paradosso, ma a volte la vittoria stende al tappeto! 😉

    Mi piace

      • Oh mamma mia! Il PoLASER… qui ci vuole un bel kilo di cioccolata, ascolta la zia, che è meglio degli integratori: ti mette subito in sesto e ti energizza! Provare per credere!

        Mi piace

      • Ascoltami zia Lupus, ho già fatto incetta
        di cioccolata…ma mi è venuto il reflusso.
        Te l’ho detto che sto ko.
        Sono un sacco di patate (x non dire altro)
        vuoto…
        😦

        Mi piace

      • Forse devo solo dormire come suggerisce Ludmilla.
        Allora ci vuole la favola di zia Lupus:-) altrimenti
        come piglio sonno visto che sono secca, ma con gli occhi
        spiritati??????
        🙂

        Mi piace

      • Ecco la favola…
        C’era un volta una signora stanca stanca, che lei signora c’era nata, e voleva che il vento di primavera facesse qualcosa con lei, ma non ci chiediamo cosa; ora la signora nata era stanca, ma non riusciva a dormire perchè si sentiva una patata lessa, e allora incominciò a contare le pecore… una pecora, due pecore, tre pecore…
        poi arrivò il Lupus cattivo che le consigliò di mangiare la cioccolata, ma la signora gli disse ‘No, lupo cattivo, trovati una favola, che io la cioccolata l’ho già mangiata’. Allora il Lupus le raccontò un storia che iniziava così:C’era un volta una signora stanca stanca,…

        Oh ti sei addormentata o no?!? 🙂

        Mi piace

  5. Spero che riesca a riprenderti in fretta! Ultimamente pure io mi sono sentito come se un bisonte mi fosse passato sopra, però è necessario per poi trovare nuove prospettive dopo !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...