La forza del coraggio

Domani parto per Catania. Sono parecchi mesi che non prendo un aereo e l’idea del volo non mi da il sottile piacere di quando ho come prospettiva una vacanza vera. Ciò nonostante, il frangente di vita che sto per vivere, mi crea trepidazione ed emozione.  Meteo.it dice che pioverà fino a sabato… il decollo da Bergamo si prevede umido. Come i miei occhi. Gli ultimi mesi sono stati infernali. Raccontarli non avrebbe significato ed onestamente faccio fatica a ripescare nei meandri della mia memoria tutto il sequel di immagini, emozioni, dolori ed infinite parole che hanno condito il mio annaspare dentro la vita. Ma in tanto sfacelo qualcosa di vivo è rimasto: il mio coraggio.
Se qualche settimana fa mi avessero chiesto quale fosse la mia peculiarità primaria, avrei risposto senza esitare: la determinazione. Ero convinta di muovermi sull’onda di una spinta caratteriale, ma mi sbagliavo. Mi guardo nello specchio ed il riflesso del mio volto così stanco… è imbarazzante. Non mi riconosco. Le rughe che mi circondano gli occhi sono divenute solchi, fatico a riposare e le scadenze hanno preso il sopravvento sul tempo che quasi è divenuto un nemico. Ma il mio coraggio… non ha nemmeno una cicatrice. E’ solido come le fondamenta di un antico monastero. Stasera voglio salutarvi così, con un video che in due minuti nasconde e rivela tanto di me. Più di quanto pensate di aver mai immaginato e più di quanto io stessa sia disposta ad ammettere. Mi assenterò per qualche giorno. Quando torno da Catania… vi racconto tutto.

Stefania

 

59 thoughts on “La forza del coraggio

  1. Catania ? SAVIA :)) non ci si può non andare … anche per lenire conu n pò di dolcezza le amarezze della vita … e diminuire i solchi … .
    Buon viaggio ma soprattutto buon ritorno … g.

    Mi piace

  2. Ricambio il saluto, e prometto che domenica, mentre rientro dallo stadio mi fermo in libreria, così quando passi dalle mie parti te lo faccio autografare, il caffè sul lungomare follonichese è ancora li che ci aspetta 🙂
    Un abbraccio (per tutto).

    Mi piace

  3. Buon viaggio nelle emozioni. Ogni tua parola l’ho sentita. Anche per me i solchi, cappelli bianchi e notte insonni hanno segnato il volto questi ultimi due mesi.

    Mi piace

  4. Le rughe… possono spianarsi, una volta passato il brutto momento… Tu riguardati, usa il tuo coraggio anche per ricavare momenti per te, anche solo di riposo e tranquillità. Ti aspettiamo, dopo la trasferta, per leggerti ancora.
    Il trailer è molto bello. Buon viaggio e buona permanenza dove sarai.

    Mi piace

    • Fisicamente mi porterà alla libreria Mondadori di corso Umberto per il primo evento letterario che mi vede impegnata con Bocca di Lupa, con il cuore, invece, sarò ovunque.
      Amo quella terra.
      Grazie di esser moralmente con me.

      Mi piace

  5. Hai ancora la forza dell’amore e tanto coraggio e quindi puoi affrontare qualunque viaggio. Se hai perso qualche pezzo per strada, sino ad ora, assieme all’entusiasmo, non è certo il motore.
    Ti aspetto!!

    Mi piace

  6. vacci con il Ferrarino rosso scappottato (psicologico),
    sciogli i capelli all’aria novembrina “sforforando” l’ansia,
    vai a promuovere il tuo pensiero,
    non devi avere coraggio, devi avere convinzione e grinta

    TADS

    Mi piace

  7. Amica, un grande abbraccio! Vai e sorridi, con gli occhi, come solo tu sai fare. Non è una guerra questa! … coraggio, grinta, determinazione … tutto vero, ma serve solo la tua essenza. Spargi la tua forza delicata per Catania. Ti aspetto con un tè caldo al tuo rientro!

    Mi piace

  8. Quanto dolore nelle tue parole… E spero che il video si riferisca solo al tuo libro e che quello che si intravede tu non l’abbia dovuto vivere.

    Viaggiare porta con se sempre quel senso di rinascita.
    In bocca al lupo. Per te ed il tuo libro.

    Mi piace

    • Ciao Pepe… nel libro non narro di me, ci mancherebbe, ma l’ambientazione è reale e trattasi di luoghi che amo e vivo da molti anni.
      Il dolore succitato di cui parlo è essenzialmente legato alla perdita di mio padre.
      Grazie per le tue parole…

      Mi piace

      • Mi dispiace per tuo padre. Io non ce l’ho, ma immagino che per una donna il padre sia veramente speciale.
        La “botta” é grande poi però rimane la gioia di ricordarlo e raccontarlo.

        Un bacio

        Mi piace

  9. Ho fatto del coraggio un vestito colorato col quale attraversare i sentieri della vita, le mie rughe non solcano il volto ma il cuore … Le curo, ogni giorno, e non mi sorprendo nel vederle diventare meno evidenti …. Stefania, credo tu sia una donna meravigliosa, capace di scalare le vette più dure. Ti abbraccio.

    Mi piace

    • Ci provo a scalare le vette, ma ultimamente ho capito che posso anche sedermi ed aspettare che qualcuno mi aiuti.

      Il tuo coraggio, descritto come un abito colorato, è un bellissimo esempio di forza.

      Grazie per le tue parole e per esser passata tra queste pagine.

      Stefania

      Mi piace

  10. Cara Stefania a quanto pare vado un pò a ritroso nel lasciarti dei miei commenti, del resto ho fatto la tua conoscenza tramite una email di Osvaldo. Leggendo questo post hai risvegliato in me un momento tragico della mia vita ( in realtà ne ho passati più di uno), ma quello è stato per me molto duro .Forse ne scriverò in un post , non so. Così mi è venuto quindi facile condividere questo tuo stato d’animo ed è per questo che voglio in questo commento farti sentire la mia vicinanza. I brutti momenti caratterizzano purtroppo molto spesso la nostra vita e sul viso i solchi rimangono a lungo. Ma siamo noi con forza e con coraggio come dici tu a dover guardare oltre. Ti abbraccio. Isabella

    Mi piace

    • Le tue parole mi sono di conforto, cara Isabella.
      La vita, si sa, è fatta di alti e bassi, dolori e felicità.
      Attenderò di leggere il tuo post… con la descrizione di quella tragedia che hai vissuto e, mi auguro, superato.
      Nel frattempo ti mando anche io un abbraccio e ti dico che sono contenta che Osvaldo mi abbia dato l’opportunità di iniziare a conoscerti.

      Mi piace

  11. Rispetto alle parole inziali del post pre-partenza sembri piacevolmente “ricaricata”. Se l’espressione e le parole non ingannano direi entusiasta e felice di questa breve vacanza. La Sicilia per certi aspetti può risultare taumaturgica e stimolante al forestiero. Torna più spesso.

    p.s.: Mi è dispiaciuto molto di non essere intervenuto in libreria. Avevo preventivato questa escursione a Catania, ma poi impegni improvvisi mi hanno impedito la passeggiata. Sarà per una prossima volta.
    Un caro saluto e complimenti per il libro. Massimo

    Mi piace

    • Caro Massimo, per fortuna non mi hai anticipato della tua presenza, sarei rimasta troppo dispiaciuta se non ti avessi poi avuto ospite. Sarà per un altra occasione.
      Hai ragione, la Sicilia mi ha rigenerata, ma l’essere tornata a casa mi sta già ricordando di quanto son freddi i longobardi. Che tristezza!
      Ti mando un abbraccio
      Stefania

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...