Galleria immagini presentazione letteraria 24 novembre 2013 Mondadori ex teatro Diana, Catania

Stefania Diedolo e Fonzie Brancato

Stefania Diedolo e Fonzie Brancato

Gaia Montagna, Stefania Diedolo e Paola Platania

Gaia Montagna (giornalista) - intervista Stefania Diedolo

Gaia Montagna (giornalista) – intervista Stefania Diedolo

Romanzo Bocca di Lupa

Romanzo Bocca di Lupa

Pubblico Libreria Mondadori
Pubblico Libreria Mondadori

Eccomi, sono ritornata. Prima di qualsiasi altra considerazione ho pensato bene di donarvi una galleria d’immagini a testimonianza di quanto andrò a dire perchè tutto già traspare dai miei sorrisi, dal mio volto a tratti segnato, ma felice. Amo la Sicilia. Ho fatto un viaggio indimenticabile dove sono certa di aver ricevuto di più di quanto ho donato, dove ho ritrovato parti di me stessa che avevo smarrito ed ho portato a casa, insieme alle paste di mandorla, il denso calore dell’anima che in “patria lombarda” fatico a sentire. L’amorevolezza di questo popolo ha risvegliato nel mio profondo un desiderio di complicità e voglia d’amicizia che non sentivo da tempo, presa come sono a vivere nel mio universo di cartone, di corse infinite, stelle cadenti e solitudini di giornate nere senza fine. Grazie Gaia Montagna, giornalista entusiasta dal grande cuore, grazie a Fonzie Brancato, editore che fa le cose seriamente senza prendersi mai troppo sul serio e grazie a Paola Platania, l’agente-amica che ogni volta sa bene cosa farmi trovare appena varcata la soglia di casa sua: l’abbraccio più grande che c’è. Catania, una terra viva come la montagna che la ospita, calda come la lava dell’Etna, indimenticabile come i sorrisi della sua gente.
Cit. Bocca di Lupa… “i siciliani, gente che sa parlare come gli angeli senza dir parole”. Finalmente mi sento bene. Papà, nei miei occhi sei mancato solo tu.

autografi

autografi

I sorrisi più veri...

I sorrisi più veri…

 

Galleria immagini completa presentazione letteraria “Bocca di Lupa” del 24/11/2013 presso Mondadori Catania ex teatro Diana

64 thoughts on “Galleria immagini presentazione letteraria 24 novembre 2013 Mondadori ex teatro Diana, Catania

  1. La terza foto. E l’ultima. Felicità, consapevolezza, orgoglio (sano non fatuo) per il lavoro svolto, gioia, allegria. E modestia. Questo è ciò che traspare dallo sguardo. E dal sorriso.
    Brava e in bocca alla lupa per il prosieguo! 😉

    Mi piace

  2. Ciao, Stefy, il tuo sorriso, espresso prima con gli occhi, è autentico e trasmette non solo la tua gioia interiore ma anche e soprattutto l’aver trovato l’ambiente e l’ospitalità che conosco molto bene anche se sono nato dall’altra parte dello Stretto. La genuinità ed il senso dell’amicizia dei Siciliani, insieme ai dolci rappresenta una parte importante della sicilianità.
    Bentornata nella “fredda” Lombardia. Conserva tra i tuoi “tesori” un po’ del calore di “a muntagna”!
    Ciao, un abbraccio. Osv.

    Mi piace

  3. grazie per aver condiviso questi momenti felici, con le tue parole (compreso l’immancabile pensiero al’amatissimo papà) anche questa volta mi sono commossa malgrado non ti conosca di persona. un abbraccio

    Mi piace

    • Grazie cara Ludmilla… lo avevo promesso prima di partire, quindi eccomi di nuovo tra voi. Il mio romanzo è dedicato ai miei genitori, ma mi resterà sempre nel cuore questo tarlo: il fatto che mio padre non abbia fatto in tempo a leggerlo. Avrei tanto voluto il suo sguardo di approvazione nei miei occhi. Lo amavo perdutamente, ma temo lo abbia compreso troppo tardi…

      Mi piace

  4. E’ un piacere vederti in tutto il tuo splendore. (ho mantenuto la mia promessa, fa bella mostra di se vicino alla testata del letto, ma aspetta a farmi domande precise, l’ho appena iniziato, farei subito una figura barbina…come mio solito) 🙂

    Mi piace

    • Wow che bello. Mi stai leggendo. Non sai la cosa come mi fa piacere.
      Aspetto la tua critica con ansia e non essere lieve.
      Ho bisogno di crude verità affinchè io possa indovinare la giusta cottura.
      Ti abbraccio
      S

      Mi piace

      • Secondo te?
        I miei lettori hanno aspettato 5 anni per leggermi dopo ioAmo ed io oggi ho fretta?
        Son proprio seduta sugli allori.
        Aspetto tutto e da questo tutto trarrò molto.
        Grazie in anticipo.
        S

        Mi piace

  5. Complimenti di cuore Stefania, da catanese mi sento orgogliosa. Grazie a te per questo tuo bellissimo post e grazie al nostro comune e carissimo amico Osvaldo per avermi permesso di conoscerti. Un abbraccio ♥

    Mi piace

    • Grazie Donatella, Osvaldo mi ha fatto una vera sorpresa quest’oggi. Non ci eravamo nemmeno messi d’accordo:-)
      Quindi sei catanese. Ho ancora negli occhi l’Etna. Che terra meravigliosa la tua…
      Contraccambio l’abbraccio, a presto
      Stefania

      Mi piace

  6. Stefania vorrei aggiungermi a tutti gli altri che ti hanno salutata e che ti hanno fatto i complimenti per il tuo libro.Forse mi ripeterò ma dai tuoi occhi s’intuisce una vivacità e simpatia che coinvolge. Sono contenta per te e ti faccio tanti auguri per il libro. A Catania sono stata per un matrimonio , in particolare ad Acitrezza,e debbo dire che tutte le persone incontrate erano davvero amabilissime. Tra queste un ottimo pasticcere di Canicattì di cui ricordo gli ottimi dolci che poi tramite amici ,ci ha inviato anche dopo il matrimonio. Un caro saluto. Isabella

    Mi piace

    • Grazie Isabella, in effetti la Sicilia ha il pregio di farsi ricordare anche per gli ottimi dolci.
      Acitrezza la conosco bene, così come Acicastello. Luoghi visti e vissuti.
      Ti sono grata per il commento che hai lasciato e ti mando anche io un caro saluto.
      Stefania

      Mi piace

  7. bellissimo il tailleurino rosso con la sciarpetta floreale, dico sul serio, anche il volto tirato e quel filino di occhiaie tremendamente sexy sotto un taglio quasi sbarazzino, adolescenziale, però… ciò che mi ha colpito veramente sono le tue mani, dita da pianista, da arpista, accidenti se la dicono lunga… molto lunga…!!!

    TADS

    Mi piace

    • Eddai Tads, mi intimidisci. Sei un adulatore.
      Sono un ex giocatrice di volley, non lo dimenticare e le dita sono un fondamentale importante. Per il volto tirato e le occhiaie è stata una dura lotta con trucchi e specchio.
      Il tailleur è un residuato bellico del battesimo di mia figlia che ho tirato fuori dal baule per l’occasione.
      Solo il sorriso non è mummificato:-)… lì sono io.
      Ho il sorriso di mio padre.

      Mi piace

    • …tanti anni fa, una persona a me molto cara, me lo ripeteva in continuazione ed io quasi ero arrivata a crederle. Tu sei la seconda persona che me lo evidenzia.
      Grazie per i tuoi bellissimi complimenti.
      Stefania

      Mi piace

  8. ma buongiorno,
    come butta Stefania?

    e allora… ce lo togliamo o no questo velo di tristezza?

    apri l’armadio degli stati d’animo e indossa i panni della “tigressa”, QUELLI VERI, prova a ruggire e graffiare con cattiveria pura, pulita, naturale, scapperanno in tanti ma… lo spazio per i “giusti”…

    code message (ci siamo capiti, vero?) 😉

    però… quel rosso… ti valorizza proprio… ti aiuta ad evadere dal formalismo costrittivo, accidenti quanto ne faresti volentieri a meno. Che rabbia dover contemplare una femminilità inespressa che rivendica e sogna omertosa la voglia, l’esigenza di scapitombolarsi nella giostra della vita

    so bene questi miei sinceri e spontanei apprezzamenti provocano travasi di bile in alcuni “attendisti” speranzosi, purtroppo per loro… ho un sadismo latente da sfamare 😉

    comunque un bel paio di Louboutin nere tacco 15 e calze color carne…!!!

    TADS

    Mi piace

    • Caro Tads, scrivi pensieri che condivido in toto. Credo tu sappia ben immaginare cosa mi tocca ingoiare day by day. Non è facile, come non è semplice graffiare e sbranare perché non è consone alla mia personalità.
      Domenica scorsa ho presentato Bdl in “casa” alla presenza di 150 ospiti (metterò le foto stasera). I grandi assenti della serata sono stati proprio i miei colleghi, coloro che brulicano d’invidia e dei quali sto imparando a fare volentieri a meno. Lì sbranare non sarebbe peccato.

      Per il resto sono solo un po’ stanca, ma mai depressa. La mia indole malinconica è principalmente dovuta al lutto per la perdita di mio padre che fatico a metabolizzare.

      …gli “attendisti speranzosi”sono una razza a parte. Con me non hanno mai funzionato.

      Se un gg mi vorrai dire dove vivi, se mai passerò nella tua terra per una serata… sarai mio ospite.
      Non posso rinunciare alla tua presenza.
      Sei pazzesco. Mi leggi dentro.

      Mi piace

      • non hai il rilevatore stat?

        Torino,

        tuo ospite? sono un 56enne all’antica, non sia mai, facciamo le cose all’antica, tu scegli i vini e io pago 😉

        Mi piace

      • Non ho il rilevatore stat, non so come si installa e soprattutto non ho mai avuto necessità di sapere da dove ricevo visite.
        Torino. Uhmmm. Credo che farò una presentazione nella tua bella città, sarà simpatico stappare con te un ottimo vino d’annata.
        Nel frattempo ti prendo in parola e scriverò un post citandoti, se mi dai il permesso, ma penso proprio di sì, visto che il tuo gradito commento di oggi è pubblico.
        A dopo.
        Stefania

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...