Il romanzo “Bocca di Lupa” il 1 dicembre 2013 è sbarcato al ristorante dell’Albero. E’ stata una domenica da ricordare…

Presentazione DiedoloDomenica scorsa ho presentato il romanzo “Bocca di Lupa” ad una platea di 150 ospiti. In tanti anni di presentazioni letterarie forse nel 2007, presentando “ioAmo” alla libreria Babele di Milano, avevo visto così tante persone tutte insieme. E’ stato emozionante e faticoso. Ho perso due anni di vita perchè in fase preparatoria non ne andava dritta mezza, ma alla fine ne è valsa la pena. Ringrazio pubblicamente tutti coloro che sono intervenuti rendendo un pomeriggio d’inverno… un giorno speciale. La serata è stata moderata dall’amico giornalista e scrittore Antonio Grassi, alla presenza della casa editrice rappresentata dalla mia agente-amica Paola Platania e dalla giovanissima Lucia Giroletti che, oltre ad aver condotto la kermesse, ha recitato alcuni brani del romanzo.Felice Sorvolando su tutte le emozioni che ho vissuto, avendo stavolta giocato una partita in casa (la presentazione l’ho organizzata presso un ristorante di famiglia), stasera devo necessariamente soffermarmi su un commento che proprio quest’oggi mi ha lasciato il nostro amato TADS http://angolodelpensierosparso.wordpress.com/. Tullio Antimo da Scruovolo mi ha scritto le quattro righe di cui sotto, ed io ho capito che con una facilità sbalorditiva mi stava semplicemente leggendo dentro. Non che io sia un enigma incomprensibile o l’obelisco di una piramide da decifrare, ma il suo acume la dice lunga sul genio che lo contraddistingue. Da qualche giornata sono in tilt a causa di un sovraffollamento di situazioni che mi noio da sola di dover spiegare, non possiedo quindi molto tempo per scrivere, ma oggi TADS mi ha completamente spiazzata.

Commento:” ma buongiorno, come butta Stefania?… e allora… ce lo togliamo o no questo velo di tristezza?… apri l’armadio degli stati d’animo e indossa i panni della “tigressa”, QUELLI VERI, prova a ruggire e graffiare con cattiveria pura, pulita, naturale, scapperanno in tanti ma… lo spazio per i “giusti”… code message (ci siamo capiti, vero?) ;)

TADS ha ragione. Su tutta la linea. Dietro i miei sorrisi sono malinconica, sofferente ed in costrizione. Purtroppo nell’armadio non possiedo i panni della “tigressa”, non so ruggire, tanto meno graffiare, eppure lo giuro… avrei tanto desiderio di possedere tutte queste belle doti per scoccare qualche freccia avvelenata. Sto vivendo un periodo difficilissimo dove attorno a me sento il brulicare di tarme fastidiose, vedo occhi che non incrociano i miei, vengono meno i saluti ed il bisogno di stabilità si fa pressante. Un minimo dovrò schermarmi ed altrettanto un minimo dovrò diventare felina per sopravvivere. Ce la farò? Almeno ci provo. Da domani mattina, andando in ufficio, vestirò i panni della signoratigre. Che Dio mi assista…

Dimenticavo: la promozione del romanzo sta procedendo bene, stanno uscendo le prime recensioni… 

Recensione Gaia Montagna sul settimanale A sud dell'Europa

Recensione Gaia Montagna sul settimanale A sud dell’Europa

Recensione a cura del giornalista Antonio Grassi - La Provincia Cremona

Con l'agente-amica: Paola Platania

Con la mitica Mariapia

Non sono seria, solo attenta...

Antonio Grassi, giornalista e scrittore

Antonio Grassi, giornalista e scrittore

Tavolata d'eccellenza

Parlavo, quanto parlavo :-)Autografi

Galleria completa immagini presentazione letteraria romanzo Bocca di Lupa il gg 1/12/2013 presso Ristorante dell’Albero – Sergnano

34 thoughts on “Il romanzo “Bocca di Lupa” il 1 dicembre 2013 è sbarcato al ristorante dell’Albero. E’ stata una domenica da ricordare…

  1. Sono molto orgoglioso di te.
    La presentazione che descrivi è fantastica. Mettere assieme venti persone è difficilissimo. Centocinquanta occorre avere un gran talento.
    Anche e soprattutto se si gioca in casa. Quello è un posto dove fai i conti con te stessa. Se presenti il tuo libro a Canicattì e hai una sola persona tra il pubblico è un amico in più, a casa tua fai i conti con chi non c’è…
    Riguardo la tua inquietudine ci sarebbe molto da dire ed eviterò di annoiarti su ciò che penso. Mi limiterò solo a dirti che credo che sia stata proprio lei a darti la forza di continuare lungo un percorso difficile e pieno di insidie mettendoti in gioco.
    Un inchino alla grande Diedolo….

    Mi piace

    • Hai scritto una sacrosanta verità. A casa ho fatto i conti con i grandi assenti, a Catania mi sono ritrovata con tantissimi
      amici in più. Nemo propheta in patria. Mai locuzione fu più azzeccata.
      Un abbraccio a te, caro Masti…

      Mi piace

      • Il “mai a casa propria” lo perpetrai con “ioAmo”, ma stavolta ho voluto sfondare i muri dell’apparenza e ci ho spiaccicato la faccia. Sabato sera presento il romanzo in Biblioteca, invitata dalla commissione cultura del mio piccolo paesello di provincia. Già tremo…

        Mi piace

      • Perseverare potrebbe sembrare diabolico, a meno che non hai la mia faccia. In tal caso significa solo credere in ciò che si fa e con coraggio portarlo avanti contro tutto e tutti. Stai certo che chi mi seguirà sarà solo il meglio… 🙂
        In fondo, oggi come oggi, non ho proprio più nulla da perdere. La morte di mio padre ha cambiato i contorni della mia esistenza, io sono un’altra donna e non ho più così paura di vivere.

        Mi piace

  2. Ti ringrazio per la citazione e le lusinghiere parole spese al mio indirizzo. Credo si comprensibile, umano, avere momenti di cedimento quando ci si ritrova a vivere, in un lasso di tempo relativamente breve, una notevole dose di emozioni contrastanti difficilmente ibridabili. Tuttavia è d’uopo reagire, magari anche con una certa energia, per non farsi scolpire in modo permanente da ciò che è doveroso metabolizzare e interiorizzare in dovuta misura.

    TADS

    Mi piace

  3. Mi sono resa conto di non aver fatto un piccolo commento a questo post e quindi corro ai ripari.Intanto per accostarmi in qualche modo al titolo del tuo romanzo ti dico ”in bocca al lupo” per un successo che meriti senza dubbio, soprattutto per quel viso a tratti pensieroso quanto poi vivace e solare quando ti apri al sorriso. Poi ti voglio fare una confidenza : io per vari motivi non ho ancora fatto la presentazione del mio ”libretto” di poesie. Confesso che ciò mi procura ansia, anche perchè non penso assolutamente di essere una ”poetessa” nel vero senso della parola.Forse ho più un’anima poetica, che ho scoperto improvvisamente di avere, che altro. Ecco quindi che comprendo il tuo stato d’animo e posso dirti che questa condivisione forse mi aiuta, anche se solo l’idea di dover parlare di fronte a più persone del mio libro non mi entusiasma. Dimmi un pò della tua esperienza. Comunque ti auguro ogni bene e fortuna sperando che il vento allontani da te le nuvole…Un abbraccio. Isabella

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...