Ricordo presentazione romana dell’8 marzo 2014

Se l’appuntamento letterario in capitale si è rivelato un balsamo per il cuore, è tutto merito di wordpress. Sapevo sarebbe stata una trasferta difficile. La più complicata tra tutte quelle in programmazione. Organizzare presentazioni letterarie lontano da casa, senza l’appoggio di associazioni culturali, è un vero salto nel vuoto. Il volo invece, si è rivelato dolce e caldo come l’abbraccio di una madre. Raccontare la storia che avevo promesso è stato possibile grazie all’affettuosa presenza dei blogger di questa piattaforma. Oltre ad allegare qualche foto della serata, ho l’urgenza di raccontarvi della loro unicità e di cosa abbiamo condiviso insieme. Lo farò citandoli uno ad uno.

Parto con la prima in ordine di apparizione, la dolce Isabella Scotti. Lei è esattamente come l’avevo immaginata: materna ed affettuosa. Si è presentata in via Piave accompagnata dal marito e poterla abbracciare è stato commovente. Isabella è identica a come “arriva” per il tramite delle sue parole. E’ stato lieve sentire i suoi capelli nel mio collo mentre la stringevo. Ed è una sensazione ancor più di pienezza sapere che pur nella distanza c’è una famiglia come la sua che mi ricorda con affetto.

Nel frattempo da una buona mezz’ora in libreria s’aggirava la nostra amica Maria Suma. Le foto che vedete in allegato sono frutto della sua arte. Lei ha uno sguardo che coglie l’essenziale e come una magia trasforma in immagine ciò che a fatica si crede di vedere. La Nikon, che ha sempre tra le mani, sta a lei come le Nike stanno ai suoi piedi. Se necessitate di un occhio alternativo e professionale alla visione del mondo, tuffatevi nel suo blog, scoprirete sfumature che calmano e sprigionano energia.

Max ed Elisabetta sono arrivati insieme. Max è alto, alternativo, divertente. Ha una voce pazzesca: calda e profonda. Mi sono tuffata nel suo sorriso e nei suoi occhi con la fame di chi cerca, in una persona colta, risposte e rassicurazioni. Lui è un uomo che possiede carisma e cultura, lo sguardo complice di un amico, l’affetto vero di chi crede ancora nelle persone. Lui è Max. A tratti indescrivile. Una vera pennellata di colore.

Elisabetta è entrata da poco nella mia vita virtuale per il tramite di Roberto di cui vi parlerò dopo. Ha un viso intelligente, acume e quell’impronta professionale di chi, con poche parole ed uno sguardo lungo, sa arrivare dentro nel profondo con estrema facilità. Io e lei siamo accumunate da Michael Nyman e la colonna sonora della pellicola cinematografica Lezioni di Piano. Se leggerete “Bocca di lupa”, scoprirete il perchè.

Roberto, detto Erre, ha ben 10 anni in meno di me ed è un bellissimo ragazzo. Non ho ben capito perchè non si è lasciato fotografare, ma bisogna informare tutte le sue fans che ha dalla sua, oltre che un’ottima padronanza di linguaggio e creatività letteraria, un’ironia simpaticissima che lo contraddistingue e lo rende alquanto fascinoso. So che per queste mie parole si arrabbierà moltissimo, ma io non posso fingere di non aver visto il suo sorriso. Ha promesso che entro fine anno scriverà un romanzo. Io faccio il tifo per lui.

A metà presentazione è arrivata la poetessa: Annarita Borrelli. Avevo letto alcune sue liriche tramite un social network e Maria Suma l’ha invitata in via Piave. Lei ha occhi grandi in cui se ti specchi rischi di cadere in profondità difficili da sondare. Lei ha nella sua voce il fuoco di chi si ostina a cercare la luce anche al buio. Annarita è un anima che ti guarda e ti beve, la densità è la sua carta d’identità.

A Roma non ho fatto una vera presentazione letteraria, ho condiviso un salotto con i miei amici blogger. Non posso essere più felice. Grazie a tutti per il calore che mi avete donato. Spero vivamente di avervi lasciato qualcosa di mio, giacchè mi son portata a casa i vostri baci, le vostre strette di mano, gli abbracci e tutta la meravigliosa sensazione di profondità dei vostri sguardi posati immobili su di me.

Ecco a voi alcune immagini, il resto dell’album potete visionarlo qui.

Isabella Scottifoto di gruppoerremaxstefania diedolostefania diedolo, maxstefania diedolostefania diedolo e paola plataniadettaglio, stefania diedolobocca di lupa

28 thoughts on “Ricordo presentazione romana dell’8 marzo 2014

  1. E’ stato bello. Molto bello. E tu sei esattamente come ti immaginavo. Mi capita, con le persone con cui si crea un legame, con cui c’è stima. Si crea un canale di comunicazione che va oltre la parola scritta, e tramite quel canale arrivo a conoscere la persona che sta dall’altra parte. E Maria fa delle foto pazzesche. Davvero pazzesche. Bellissime. Mi colpisce il fatto che sia riuscita a cogliere due espressioni che sono proprio “mie”.
    E ricordati di leggere Johnny Palomba! 😉

    Mi piace

    • Sono esperienze che non puoi assaporare se il destino non le costruisce a tuo favore. Avere in sala LORO è valso tanto quanto un centinaio di ospiti, per quanto erano interessati, energetici e proiettati. Una meravigliosa esperienza d’affetto oltre la soglia del web.
      Contraccambio l’augurio di una splendida settimana anche a te Silvia

      Mi piace

  2. E’ vero che avevi tutti gli occhi fissi su di te, perchè sei una raccontastorie come poche. Superato l’impatto iniziale con l’emozione di incontrarci tutti lì, sei entrata nel tuo libro con il calore di chi parla di un figlio, con la perizia di chi ha saputo scrivere tanto e poi dimezzare il contenuto, con la pazienza di chi ha passato notti intere a lavorare, e con il cuore di chi le storie le vive prima dentro e poi le mette sulla carta.
    Felice di esserci stata.
    A presto.

    Mi piace

  3. E’ stata una danza di emozioni inattese; è stata la catarsi preparatoria alla lettura di storie multiple che si congiungono in un’intera esistenza. Domavi la scena e noi eravamo al tuo cospetto come spiriti che si liberano dalle memorie dello spirito di gravità…….Grazie per le tue lucide e visionarie parole che sono il mio fuoco sacro….Grazie Maria per avermi inviata …. sembrava la “Coma Segreta” in cui si vomita il passo verso le ferite e si sublimano i sensi ed insieme si “camminava più in là” … GRAZIE INFINITAMENTE —- RUOTE NELLE RUOTE — l’infinito non esiste perché c’è molto di più …. Annarita :)))))))))))) Bellissima esperienza con Voi

    Mi piace

    • Sì cara Anna, l’infinito non esiste. Come non esiste il tempo, la vita ad imbuto, la morsa sociale. È tutto inventato. Esiste solo l’energia che diviene essenza e diviene uomo, se uomo fino alla fine vuoi essere.
      Grazie per esserci stata

      Mi piace

  4. Che belle foto! Si respira aria di famiglia tra di voi, di9 amicizia vera come se vi conosceste da sempre….mi sarebbe piaciuto tanto esserci! Tu poi sei vera, hai un sorriso che spacca l’anima, sei autentica, non costruita, solare vai incontro a tutti e alla vita con il tuo ottimismo quotidiano! Spero tanto di conoscerti presto e di sentire la tua voce quanto prima! Complimenti a te e a tutti gli amici, è il più bel regalo che potevano farti per l’otto marzo. Un abbraccio affettuoso a te e agli altri follwers, buon pranzo! Fabiana.

    Mi piace

  5. ho visto tanti bei sorrisi. non tutti, ma tanti…siamo sicuri che era Maria a fotografare? perché io l’ho vista in foto insieme a Luca Argentero… magari era una sosia! 😉 scherzi a parte, ho letto che tra pochi giorni riparti. un nuovo in bocca al lupo! 🙂
    Ludmilla

    Mi piace

    • Cara Ludmilla la Suma c’era perché Argentero lo ha casualmente visto ieri😄😄😄😄 Tra 9 gg parto per il Salento. Tengo duro😱 ti mando un grande abbraccio e grazie per le tue parole.
      Stefania

      Mi piace

  6. peccato non esserci stata….ho letto i commenti di chi ti ha conosciuto, non avevo dubbi su di te……sei una bella persona e scrivi bene, complimenti per tutto………buona giornata…..Sara

    Mi piace

  7. Non sono brava con le parole io…. In ordine di apparizione : Max the voice…. Ma che voce ha quest’ uomo qui… Pazzesca!
    Eli…la dolcezza negli occhi…
    Erre….prima o poi ti becco in fotografia
    Annarita…. Montagne russe di filosofica introspezione

    La Diedolo….Bocca di Lupa ….

    Ripeto io con le parole non me la cavo bene….ogni tanto riesco ad ” esprimermi” con qualche scatto…

    Bella situazione, ha ragione la Diedolo … Un incontro tra blogger … che sapeva di calore!

    A la procheine fois
    Marì

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...