Il rito della volontà

volontà

Se dovessi dare forma al dolore,
sarebbe un filo spinato
arrugginito e arroccato.
Una fila scontata
di ombrelloni bianchi
inaccessibili agli occhi del cielo.

Solo l’incantesimo
saprebbe
liberare energia,
ma il rituale è smarrito
tra le pieghe
della mia memoria sotterranea.

Sono io la strega
di me stessa.

Io mi lego.
Io mi sciolgo.

29 thoughts on “Il rito della volontà

  1. Che bello, quel “Sono io la strega di me stessa”, così potente e semplice al tempo stesso, come le grandi verità che si scoprono all’improvviso dopo tanto lavoro e tanto tempo passato a guardarsi dentro.

    Mi piace

    • Silvia siamo perennemente prigionieri delle nostre convinzioni, dei legami, del piccolo orto che ci costruiamo, delle paure, delle cieche abitudini.
      Questa è per me la peggior constatazione che potevo fare.
      Buona giornata anche a te❤️

      Mi piace

      • Io, alla fine invece mischio sempre e tutto, la vita e questa, una miscellanea. Credo che chi viva a scompartimenti stagni non vive in fondo, troppo impegnato a sprecar energia a tener le cose separate.

        La strega ti seduce perché è dentro di te e chiede spazio…

        Mi piace

      • Se è dentro me perché mi manca?
        “Amo le miscellanee”, ma io sono un formato non conveniente di ingredienti ben separati.
        Quando ho ceduto agli impasti ho smarrito il senso.

        Mi piace

      • Ti manca perché è nascosta in una parte profonda di te, vorresti averla vicina, ma lei affiora tramite le parole che hai scritto. Non è facile lasciarla “libera” ci hanno condizionato da subito insegnadoci che è sbagliato e fa paura, dimenticandosi di aggiungere che è sbagliato e fa paura a loro, non a noi.
        Quando senti che ti manda è perché sta arrivando il momento che inizi a uscire. Non puoi sentire la mancanza di qualcosa che non hai…

        “ma io sono un formato non conveniente di ingredienti ben separati.Quando ho ceduto agli impasti ho smarrito il senso.”
        Si chiama controllo, uno cerca di avere il controllo sempre e comunque, l’ho fatto anche io per molto tempo, solo per scoprire che era “il controllo” a controllare me….
        Ho capito di avere il controllo della mia vita quando ho smesso di cercare di averlo.
        E’ stato indolore? No
        Ho smarrito il senso hai tempi? Si
        Ma del resto per trovarsi bisogna prima perdersi.

        Io ti ho percepita da subito, ma questo tu lo sai già

        Mi piace

      • La verità, cara Diamanta, è che io mi son già smarrita e pure ritrovata…ma un minimo di controllo base mi occorre per non soccombere alla mia stessa testa.
        La strega è la volontà! Una similitudine che mi crea un grande sconquasso emotivo.
        Mi chiedo sempre se la mia volontà nasce dalla forza che possiedo o dal controllo che impongo a tale forza.
        Una cosa è certa…penso troppo❤️🌹❤️

        Mi piace

      • sei libra non potresti non pensare, ma credimi il controllo è forte in te (mi sembro Yoda in Guerre stellari ghghghgh) tanto che ti fa credere che puoi controllare la volontà e la testa.

        La volontà e la determinazione nascono dal superio che tendenzialmente, diciamolo, non fa il bene nostro, ma il bene “sociale”. Ma è un discorso lungo da affrontare in un commento, ci tuffiamo nella psicologia e mica puoi riassumere in due righe concetti su cui scrivono libri (o si? 😛 )

        Bacio e buona giornata

        Mi piace

  2. Siamo sempre noi ad arroccarci nei nostri dolori, e sempre noi possiamo decidere di uscirne.
    Richiede molta volontà e forza interiore, ma….
    si …può ….fare! (per sorridere, citazione da Frankenstein Junior)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...