Tanto io ormai mi sono abituata a sanguinare…

Ti osservo andar via e perdo peso.
Immobile ti sorrido
con questi occhi asciutti,
affinché tu non debba mai intuire
della mia infinita solitudine.
Se questo si chiama protezione,
ti difendo da me.
Se invece si chiama amore…
ti amo in silenzio
per difendermi da me.

22 thoughts on “Tanto io ormai mi sono abituata a sanguinare…

  1. non ci può essere emorragia continua
    non ci può essere tristezza infinita
    nemme dicendo le stesse parole si dicono sempre le stesse cose
    sei ti vedi negli occhi di chi ti guarda sei sempre diversa
    se nessuno ti guarda guarda tu

    Mi piace

    • Parole vere, le tue, che condivido e applico day by day nella vita reale.
      Quella di oggi è una semplice poesia introspettiva che trascente la realtà quotidiana,
      perchè non raziocinante, ma soprattutto vissuta senza alcun tipo di sconto o
      perdono per le proprie incapacità.
      Un saluto
      Stefania

      Mi piace

  2. notevole il testo, molto razionale, nonostante il sentimento, chapeau.
    appro di graffiti… anni fa ne lessi uno che mi è rimasto impresso nella mente:
    “se non vivi come pensi cerca almeno di pensare a come vivi”

    Liked by 2 people

    • Mantenersi razionali innanzi ai sentimenti ed ai desideri è un’impresa ardua, ma talvolta necessaria quando l’amore soccombe al dolore della realtà.
      Parlo per quanto ovvio di una delle molteplici realtà narrabili. Se si modifica l’io narrante, già le nuance di queste mie sei righe avrebbero nuove luci.
      Parlando di graffiti, invece… sai che alcuni sono uno spettacolo? Ne ricordo molti.
      Il più osceno? “Padania libera” a pochi km da casa mia😰
      Ma i liberi cretini non hanno dimora fissa, purtroppo sono ovunque.

      Mi piace

      • ahahahahah…
        se la padania dovesse “liberarsi” da extracomunitari e meridionali… rimarrebbero talmente in pochi da non poter far neanche una squadra di calcio

        sempre di graffiti, questo è forse il più originale che abbia mai letto:
        “cheti, ti sarà tato” 😀

        Liked by 1 persona

      • Oddio… Che flash.
        Mio padre mi chiamava ceti (togliamo un H) ed un mio lontano amore tata (togliamo la O).
        Graffito simpatico con sovrapposizione in contemporanea di troppi uomini😃

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...