L’amore violato

Violenza-sulle-donne

C’è stato un tempo in cui, per la felicità d’amare, sono naufragata in alcove di seta e gelosie immotivate di gesta infantili. Era il tempo delle tue mani, la voce che riempiva, la paura di perderti, le ambiguità sottili. C’è stato un tempo in cui sentirmi viva aveva il tuo riflesso, lo scorrere del tempo era insopportabile, i tuoi abbracci erano serrature chiuse a chiave, i baci… voragini senza limiti di sazietà.

Oggi l’amore non ha più sfumature, ma contorni smarcati. La tua voce schiaccia e la paura è adornata da corone di spine. Le tue mani sono sempre ruvide, la tua essenza un fluire arido di distanze precarie. Necessarie.

Ho detto basta allo smarrimento delle dipendenze radicate.
Ho detto basta ai ricatti affettivi.
Ho detto basta all’amore legato.
Costretto. Imbavagliato.
Ho detto basta a te.  Te l’ho detto.

Non puoi costringermi ad amarti se strutturalmente non vesti con il tuo abito migliore il mio cuore. Mi ucciderai per questo? Non temo la morte, sarà solo liberazione dal tuo fiato alcolico dentro i miei polmoni. Se l’amore è bellezza, tu sei il brutto legalizzato da quattro mura domestiche e l’indifferenza generale della famiglia estranea, dei vicini di casa primitivi.

Quante volte ancora l’amore violato mi costringerà all’angolo della vita? Me lo chiedo incessantemente mentre lacrimo e sanguino dignità. Trovare una risposta degna è l’ultimo sforzo che m’impongo per non dimenticare che sono io la stella luminosa, mentre tu resterai in eterno un mediocre buco nero.

Sopravviverti, nella tua incivile violenza, sarà la mia immensa prepotenza. Il siluro feroce di coraggio, sparato da una donna che ha commesso un unico peccato mortale: amarti oltre misura.

Chi è come me, merita il perdono.
Ma chi è come te, merita l’inferno della detenzione a vita.

25 thoughts on “L’amore violato

    • Grazie Diamanta. So cosa pensi di me e ti sono immensamente grata di esserci. Quel tuo sostenermi è stato molto spesso un input importante nella scelta di non mollare. Ultimamente la stanchezza mi ha provata più del dovuto…

      Mi piace

  1. “Sopravviverti, nella tua incivile violenza, sarà la mia immensa prepotenza. Il siluro feroce di coraggio, sparato da una donna che ha commesso un unico peccato mortale: amarti oltre misura. Chi è come me, merita il perdono. Ma chi è come te, merita l’inferno della detenzione a vita”….ci sono parole talmente perfette che ti aprono un varco di luce nel cuore. Grazie per la tua sensibilità, per questa lettura, per questo bagliore di luce.

    Mi piace

  2. Un esempio non solo di coraggio di dirlo ma, soprattutto, di saperlo dire! Frutto non solo del grande dono di sapere scrivere ma di farlo con espressione profonda della tua sensibilità ed interiorità. Ciao. Osv.

    Mi piace

    • Ciao caro Osvaldo, è un argomento delicato quello che ho voluto condividere con voi oggi. Me ne rendo conto ed in effetti… se non avessi ricevuto in dono la sensibilità…probabilmente non avrei saputo nemmeno scrivere il titolo.
      Un bacino
      S

      Mi piace

  3. Grazie della tua visita e di averti trovata fra i miei lettori.
    E’ un momento particolare in cui sono in pausa, ma oggi il sole, dopo settimane di grigio e acqua, contribuisce al ritorno del desiderio di bloggheggiare.
    Un sorriso

    Liked by 1 persona

    • Grazie a te.
      Ti ho trovata tra i miei followers e mi ha incuriosita quella parola “metamorfosi”. Si sposa con la mia vita. Buona navigazione tra i blog.
      Io latito ultimamente. Ho troppi impegni, ma tornerò a trovarti…
      Ciao😉
      Stefania

      Mi piace

    • Tranquilla Pina.
      È assoluta invenzione.
      Un modo personalissimo per dire alle donne che vivono quotidianamente tale violenza…che sono con loro.
      Poca cosa, penserai.
      Ma la solidarietà umana crea forza e infonde coraggio.
      Io ne sono testimone.
      Un saluto
      Stefania

      Mi piace

      • Ciao Stefania,
        mi hai dato una buona notizia. Ne sono felice.
        Penso che noi donne subiamo pene indicibili in nome dell’amore. Ci inganniamo volontariamente, senza comprendere che non esiste amore in una relazione in cui l’altro provoca sofferenza, nella smania di autodistruzione. È importante dirlo e tu lo hai fatto con parole intense.
        Una buona notte.
        Pina.

        Liked by 1 persona

  4. Parole di straordinaria potenza e verità. Per interpretare ed abbracciare in un largo sorriso d comprensione le donne che non avrebbero mai immaginato di scivolare inavvertitamente nel vortice della schiavitù affettiva. Perché a volte il confine tra passione e prepotenza e tra disponibilità ed abuso può essere sottile e sfumato.

    Liked by 1 persona

    • Grazie Carla. Questo è un post che mi ha scosso l’anima nel profondo e che con fatica ho districato tra fantasia e realtà.
      Alla fine ha vinto il mio bisogno di dare solidarietà.
      È un canto per loro, le donne violate.
      Ed è un’incitazione per ognuna di noi ad allungare una mano, se ravvediamo situazioni simili.
      L’impotenza è una bestia dalle unghie affilate.
      Ma la voce per dire e caso mai diffondere, non è mai sprecata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...