Mani di forbice

L’editing è una tortura. Il ritaglio, senza alcuna compassione, di una prima vergine stesura… dove la passione infinita è stata travolgente e non replicabile. Fare editing significa rifilare con le forbici un disegno già scontornato, rendere fluida la roccia, costruire un grafico alfabetico nel blu di un cielo tempestato di stelle. Se saper eliminare è l’urgenza naturale di un romanzo, che siano allora benedette le mie mani di forbice, che sia ghiaccio il mio cuore innamorato delle parole, che sia illuminazione razionale la mia mente a beneficio dello scorrere della trama. L’editing è sfinimento e lacrime. È diventare adulti. Solo nel coraggio del taglia e cuci ho acquisito l’umiltà necessaria per rendere perfetta la mia devastante fragilità.

16 thoughts on “Mani di forbice

    • Ti capisco, non sempre sono umani.
      Motivo per il quale cerco di far arrivare le mie opere tra le loro mani quasi perfette. Ogni volta la speranza è sempre la stessa, sentir solo dire: si va in stampa!

      Mi piace

  1. Ti capisco, eccome se ti capisco! Quando scrivo poesie l’entusiasmo e la passione mi fa buttar giù parole su parole. Poi lascio raffreddare mente e cuore e riprendo in mano i versi straripati sul foglio. E lì ha inizio la carneficina spietata: taglia, taglia, taglia, sfronda, disordina, rimescola, butta via interi versi. Il risultato? Mi piange il cuore ma ammiro soddisfatto il risultato ottenuto. Lo sono pure i miei lettori? Penso proprio di sì…

    Liked by 1 persona

      • Si deve disfare se non si ha il dono dell’onnipotenza e della perfezione… oppure se non si riesce ad accontentarsi.
        Questo mio pensiero, che mi è arrivato… così d’impulso, potrebbe avere uno sviluppo non indifferente.
        Quindi ti dico semplicemente buona notte.
        Quarc

        Liked by 1 persona

      • Partendo dal presupposto che la perfezione non esiste e che una costruzione non andrebbe mai demolita, devo dire che nel campo letterario l’editing è un passaggio obbligatorio. Significa sfoltire il superfluo per arrivare alla scorrevolezza della trama. Accontentare l’editor e gli stessi lettori che sono parimenti esigenti, diventa un impegno serio che si traduce in professionalità.
        Un abbraccio, felice giovedì
        Stefania

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...