domenica pomeriggio

casa

Le mie domeniche pomeriggio fuggono così, chiusa in casa scrivo e cancello come fossi gesso e spugna. Perché non finisco mai di comporre, girare, invertire. Mi tirano matta queste creature incerte. Non sanno se amare, ferire, perdonare, gioire. Preda delle loro velleità sempre più spesso mi chiedo perché. Perché lo faccio? L’arte in qualche misura segna il confine tra la vita e la sopravvivenza. Tra l’ordinario e l’anticamera della follia.

20 thoughts on “domenica pomeriggio

  1. Forse le creature incerte che oscillano tra l’amare il ferire il perdonare e il gioire sono delle specie di esperimenti che si mandano avanti a sondare il futuro o il passato per conto nostro. In origine credo sia qualcosa che ha più a che fare con la follia, se poi tutto si trasforma in arte, allora sì, quello è il luogo in cui esistere.

    Liked by 2 people

  2. Ma ciao… Senti nn vorrei fare una gaffe enorme… Tu sei scrittrice.. E mi sa che ti ho anche visto in giro… Ma non scrivo il cognome che penso perche ho paura di essermi sbagliata e di nn poterlo scrivere…
    Eh bella pero la sottile libea di confine tra l’autore, i suoi personaggi e i suoi lettori…. Qua do si intrecciano è magia!

    Mi piace

      • Hoyyyyyyyyyy! In realtä no… Ma ti vedo in giro su fb… E a volte da Massimo della Penna… E sapevo che sei una scrittrice. Ti avevo collegato venendo qui sul tuo blog! Che forza! Poi se ti va ti chiedo amicizia cosi posso seguirti anche da li… Anche se fb ha dentro un bel minestrone in realta eh…

        Liked by 1 persona

      • Della Penna è un mio amico. Mi hai scoperta su FB, ma io nasco qui. Son una blogger e pubblico da circa dieci anni. Mi fa piacere averti trovata, il social è dispersivo ed estremamente violento per certi versi.
        Benvenuta anche da me, allora:-)

        Liked by 1 persona

      • Eh gia! Lo abbiamo in comune… Ecco allora l’incrocio!
        Si fb è un frullatore e io ogni tanto mi stufo…
        Felice allora di averti “conosciuta” qui su wp cosi sicuramente posso seguirti davvero!

        Liked by 1 persona

      • La verità è che sui social è venuta meno la buona educazione e il rispetto. La gente è pretenziosa, hanno la facoltà di scriverti su messenger a qualsiasi ora del giorno e della notte e credimi… lo fanno. Odio essere interconnessa costantemente motivo per il quale ho tolto tutte le notifiche all’Iphone e soprattutto detesto esser braccata da insistenti richieste di conoscenza live per scopi ludici:-) Ci siamo capite, immagino.

        Mi piace

      • Ecco…. Perfettamente! Non ho da aggungere altro…
        E io nn sono mai stata cosi social.. Solo uktimamente col blog ho incontrato delle persone e ci siam amicati e connessi anche la per mantener un rapporto anche in lontananza… Poi per il resto… Uè maronna… Immagino poi te, essendo anche piu “pubblica” cio che ne esce fuori…!

        Mi piace

  3. Ciao Stefania,
    penso che i tuoi siano pomeriggi domenicali molto intensi e coinvolgenti, pur nella solitudine di uno scrittore, intendo nell’atto dello scrivere perchè uno scrittore non è mai solo. C’è lui e ci sono i suoi personaggi, principali e secondari, che chiedono di prendere vita, anche prepotentemente e in maniera indipendente.Specie i secondari. Li immagino che stanno lì a chiedere spazio, forza e vitalità. Una bella lotta!
    E poi ci saranno i lettori.
    Follia? perchè mai? Scrivere, specie se per diletto, è un’esigenza, una catarsi, una compagnia, un godimento sottile quanto potente.
    Complimenti! Domani, quindi, felice pomeriggio. Se, però, farà bel tempo, fai due passi fuori che siamo in autunno.Le tue creature sapranno attendere.
    Lieta di conoscerti,
    Marirò

    Liked by 1 persona

    • Ciao Marirò, hai un nome che mi piace molto.
      Per riprendere il post ti spiego brevemente ciò che penso di chi l’arte ce l’ha nel sangue: se non sei un po’ folle, fuori dagli schemi ed estremamente sensibile, non potrai mai creare. Solo al confine con la pazzia si può volare sulle ali di un elefante. Vuoi per caso asserire che i più grandi compositori, scrittori, scultori della storia fossero “centrati”?😉
      Macché, erano tutti matti. Degli artisti pazzeschi, istrionici.
      Domani ascolterò il tuo consiglio, lavorerò al mattino. Di pomeriggio shopping😘😘😘
      Grazie d’essere passata.
      Lieta pure io.
      Stef

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...