Il principe

matrimonio.jpg

Quest’oggi il web è tornato normale, direi anche abbastanza spento considerata la flemma che pervade ovunque. Dopo il matrimonio dell’anno, dove tutti hanno potuto pubblicamente esternare la propria opinione come fossero seduti al bar dell’oratorio, si sono spente le luci e finalmente si sono chiuse le bocche. Perché a dar fiato all’ugola son capaci tutti. Sapevo che la popolazione italiana è facilmente preda di virus come dire… modaioli, ma che in modo così ostentato fosse fieramente detentrice del premio “invidia il prossimo tuo” non potevo nemmeno immaginarlo. Nelle ultime 48 ore i social si sono trasformati nella bibbia delle cazzate; se tutta la gente impegnata nel creare battutine, cartelli e foto ironiche avesse dedicato il suo tempo ad amare o aiutare qualcuno, oggi saremmo più ricchi. Henry è un principe in carne ed ossa, bello, aitante e rosso, non come quello biondo slavato delle favole che tanto abbiamo amato da bambine. È un principe vero della famiglia reale britannica, sesto in linea di successione al trono del Regno Unito e dei reami del Commonwealth, duca di Sussex. Che alle casalinghe incazzate perchè il postino non suona più due volte  piaccia o meno, che agli uomini piccoli che hanno tutto piccolo aggrada o meno, è convolato a nozze e il mondo lo ha applaudito da ogni latitudine. Il meglio e il peggio del Royal wedding ha permesso a tutti di fare gossip… non solo ai giornalisti e adesso, mentre noi umani facciamo la spesa all’Ipercoop e ci alziamo alle cinque per andare al prendere il treno che ci porterà in ufficio, lui continuerà a fare il principe.

E che principe. W gli sposi.

36 thoughts on “Il principe

  1. Avrei voluto scrivere qualcosa del genere, ma sono tornato online da pochi minuti 😛 Pettegoli e invidiosi, questo siamo, facendo il verso al detto “quando il lupo non arriva all’uva…”. Però, tra le tante cose più o meno risibili lette sul web, mi ha fatto sorridere particolarmente un appunto alle canoniche parole dello sposalizio “in ricchezza e in povertà”… ecco, quella parola povertà mi ha fatto sorridere 😛 Buona giornata.

    Mi piace

  2. Un po’ di sana ironia e di sfottò non guastano …ad esempio mi hanno divertito molto le foto del matrimonio trasposto nella politica italiana (il Berlusca nella parte della Regina è spettacolare).

    Però l’invidia è un’altra cosa. Io noto sempre più comportamenti di persone invidiose, certamente consce delle loro mancanze, che anziché cercare di migliorare se stesse si adoperano in ogni modo per “abbassare al loro livello” chi sia oggetto delle loro invidie.
    Come dici anche tu, potrebbero impiegare meglio il loro tempo.

    Mi piace

    • Amico mio,
      sono nata ironica ma amo ridere di me, quando si tratta degli altri sto ben attenta di non scivolare sullo sfottò gratuito. Vedere pagine e pagine seriali di humor tutto all’italiana abbastanza banale mi ha urtato, ecco perchè ho fatto questo post. Credimi, sui social ha commentato anche chi dal vivo a fatica sa chi è il presidente della Repubblica.

      L’invidia è un’abito alla moda, la migliore veste del fallito.

      Mi piace

  3. …E non parliamo della politica ! Si sentono in giro cose che neanche quelli di Blade Runner hanno sentito

    “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione… e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.”

    Di una tale accozzaglia di parole, idee, malumori se ne sentiva proprio la mancanza !

    Mi piace

    • Sto sui social per motivi professionali e sociali, sono un ottimo canale pubblicitario a costo ridotto e un modo intelligente per interagire, ma a causa “libero accesso” a cani e porci li brucereri. Sono frequentati anche dalle più insulse persone, spesso da ciò che pubblicano e come interagiscono si può pesare il livello culturale del paese. Un orrore se pensiamo all’educazione ricevuta dai nostri nonni e genitori.
      Almeno cinquant’anni fa al bar del paese il ciatrone di turno veniva azzittito e allontanato, nel web tutto è possibilistico e tutti si sentono leoni da tastiera.

      E’ un fenomeno molto triste.

      Piace a 1 persona

  4. Come per qualsiasi fatto di “gossip”, il popolo insorge dispensando commenti e ironia… non sarebbe nemmeno così deplorevole se almeno l’Italia funzionasse a dovere, politica compresa…

    Mi piace

      • Ehipenny proprio oggi ho avuto degli scambi con alcuni imprenditori e credimi… la situazione economica italiana è terribile. Lo spread coi Bund tedeschi sta tornando a salire, il governo non c’è, la produzione sta lentamente andando all’estero, i giovani non trovano il lavoro e le famiglie che faticano a sbarcare il lunario sono troppe.
        Quando si inizia a soffocare nella coltre dell’indifferenza inizia il vero declino e noi lo stiamo assaggiando da anni. Abbiamo una classe dirigente scarsa, fino ad ora ci ha salvato il fatto che siamo un popolo di risparmiatori, ma la nostra generazione ha iniziato a grattare… e i nostri figli faranno la fame perché quando toccherà a loro in Italia non sarà restato nulla. India e Cina avanzano, noi siamo una vecchia Europa che arranca.

        Piace a 2 people

      • Purtroppo devo darti ragione su tutto, e viverlo alla mia età, a 19 anni, un po’ spaventa… nei giovani c’è già la mentalità del “se posso mi sposto, me ne vado, vado a cercare lavoro”, non c’è fiducia nell’Italia da questo punto di vista… per quanto riguarda la politica, io sarei per cancellare tutto e tutti e ricostruirla da capo, perché così com’è fa acqua da tutte le parti…

        Piace a 1 persona

      • Mia figlia ha un anno in meno di te e già mi parla di fare l’università all’estero. Purtroppo il nostro bel paese è ingessato sia dal punto di vista istituzionale che normativo. I conti li faremo tra un decennio, se non prima e come ogni svolta sarà drammatica. D’altronde per ricostruire bisogna prima distruggere e in questo campo abbiamo la laurea. Si spera sempre in un futuro leader che sappia condurre il paese fuori dal disastro ma fin quando il debito pubblico continuerà a lievitare non ci sarà nessun economista che potrà salvarci. Forse giusto un miracolo. Tu stai studiando immagino, che vuoi fare da “grande”?

        Piace a 1 persona

      • Anch’io sto iniziando a valutare una laurea magistrale all’estero… ormai bisogna investire sulla lingua e sulle conoscenze, bisogna rimboccarsi le maniche… io sto studiando economia a Bologna, sono al primo anno ☺

        Piace a 1 persona

      • Wow!!! Economia, ciò che servirebbe al nostro paese alla deriva. Mia figlia è in 4a liceo scienze umane, credi imboccherà una strada più sociologica e psicologica, ama i bambini con difficoltà e vuole aiutarli.

        Piace a 1 persona

  5. L’invidia, intesa come aspirazione a migliorare (migliorare in ogni senso possibile), potrebbe essere persino una qualità positiva, uno sprone a dare il meglio di sé.
    L’invidia da pettegolezzo dell’ultimo minuto è invidia e basta e non produce altro che mediocrità: ne fa innalzare il tasso (di mediocrità intendo)!

    Piace a 1 persona

    • Ciao Sabina, mi trovi concorde: l’invidia positiva potrebbe essere uno sprone a fare meglio. Quella distruttiva dev’essere alienante soprattutto per chi la prova. Ho sempre pensato che l’evoluzione avrebbe portato in dote anche un miglioramento umanistico oltre che tecnologico. Più il tempo passa e maggiormente mi rendo conto di quanto l’uomo non sia mentalmente evoluto per sostenere il confronto. È bastato un matrimonio qualsiasi per consentigli in poche ore performance vergognose. Che poi mi si venga a dire che si tratta di ironia io non ci credo, gli ironici sono intelligenti, in certe affermazioni social io ho letto solo tanta cattiveria.

      Mi piace

  6. E pensare che avevamo anche noi principi e principesse. Poi, quel 2 giugno 1946 il popolo italiano ha detto che avrebbe preferito un De Nicola o un Mattarella. Quindi… addio possibilità di matrimoni del secolo sul suolo italico.
    Buon Pomeriggio Stefania.
    Quarc

    P.S.: M’è piaciuto quello che hai scritto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...