Ciao settembre

a-scuola_a_piedi

Anche settembre è tornato a bussare alle nostre case, per molti in stretta concomitanza con il termine delle tanto agognate ferie, volatilizzate in un soffio tra notizie di cronaca degne di un serial killer e un caldo folle che ha piegato anche i rettili. Questo è un mese carico di aspettative e riorganizzazione pratica e mentale, la fine di una stagione dove ancora fa caldo ma non si boccheggia, le giornate sono piacevolmente lunghe ma non più di tanto, gli impegni scolastici vengono affrontati a spizzichi e bocconi e il rientro in ufficio è sincronizzato a una ballata lenta che quasi addormenta. Se dovessi trovare un verbo che ben rappresenti questo periodo dell’anno penso solo a “ricominciare” ciò che abbiamo messo in pausa più o meno forzatamente e che dovrebbe avere il sapore di un nuovo avvio, un punto di partenza in cui siamo noi a decidere cosa portare avanti e cosa lasciare indietro. Ecco perché si dice che le ferie estive hanno anche il compito di depurare le cellule “emozionali” perché è adesso, in questi giorni… che capiremo quanto siamo propensi a iniziare il cambiamento di quelle piccole o grandi cose che abbiamo messo in fila come la lista della spesa o è preferibile rimandare tutto al nuovo anno e accontentarsi della solita routine. Settembre è da sempre il mese dei buoni propositi, chi ha bisogno di perdere peso si concentra sulle nuove diete e si iscrive in palestra, chi fa della prevenzione un must programma tutti gli esami medici di controllo e chi si prepara con ansia all’inizio del nuovo anno scolastico termina i compiti e ripassa le materie deficitarie, il tutto condito da quella segreta nostalgia per l’estate appena vissuta e tra qualche settimana non ricorderemo più perché la pubblicità, le vetrine e la cultura social inizierà a ricordarci che mancano pochi mesi al Natale, anzi… già che ci siamo: sapete dirmi dove trascorrerete il Capodanno? Ovviamente sto ironizzando ma sorridere di quanto siamo lobotomizzati allevia questo strano turbamento che accompagna lo scorrere del tempo. Settembre è il nono mese dell’anno ma porta con sé quel vento di programmazione che meriterebbe il podio del calendario. Sarà per questo motivo che ne detesto le intenzioni intrinseche e da oltre un ventennio lo utilizzo per andarmene in vacanza su spiagge ormai deserte dal turismo di massa? Certamente lo vivo come ultimissimo scampolo d’estate prima di lanciarmi a tuffo carpiato nelle metropoli dei colletti bianchi e negli avvicendamenti che mi condurranno in giro per l’Italia a fare promo letterarie (KARMEL mi attende). Settembre è il mese della felicità silenziosa, le felpe di cotone, le tute colorate, i calzini antiscivolo su divani morbidi e copertine di mezzo peso. È un mese che ci dona la dolcezza dei suoi frutti: la vendemmia, le prime castagne, ma siccome tutto ciò che è dolce porta con sé anche malinconia ecco che le foglie che ingialliscono, le folate di vento e l’imbrunire denso delle serate in famiglia ci preparano all’arrivo dell’autunno con un lontano senso di inquietudine che sin dall’infanzia impariamo a capire quanto sia tagliente e ineluttabile. Per me settembre è sempre fermo al  1980, se chiudo gli occhi mi rivedo giovane che vado a scuola con la cartella gialla, la gonna a portafoglio e gli stivali marroni, una buffa berretta di cotone arancio e nelle orecchie un walk men datato con Augusto Daolio dei Nomandi che cantava: “Pooooooiiii, una notte di settembre me ne andaiiii”.

Settembre scusami,
non sono mai stata pronta.

 

 

 

 

 

 

30 thoughts on “Ciao settembre

  1. Bellissimo post! A me settembre mette sempre un po’ di malinconia, almeno all’inizio… poi ritorna la vita quotidiana e frenetica, i ritmi serrati, e l’estate mi sembra solo un ricordo lontano… io credo di preferire quei ritmi 😀

    Piace a 1 persona

    • Ciao, grazie 😀 Bentrovata!
      Settembre è un mese malinconico per natura, anticipa l’arrivo dell’autunno e il ritorno alla routine.
      Ma ti confesso che non amo le estati chiassose, la calca e gli assembramenti… sarà che sono a nata a ottobre, ma sta per giungere un periodo che amo molto. Le prime nebbie mi ricordano mio padre e le uscite per i campi con i cani.
      Teniamoci stretti questi ritmi, sono segnali che siamo vive❤️🎈

      Mi piace

  2. Non lo siamo quasi mai Ste (pronti…), ma per quanto hai scritto mi permetto di accodare al tuo articolo una canzone, una delle poche indovinate da questo artista. Lascio a te e ai tuo follewer una libera interpretazione di quanto sia settembre. Con affetto

    Piace a 1 persona

  3. Settembre e i mesi prossimi sono i tempi della riflessione, del concedersi tempi lenti, di sognare speranze nuove, di accogliere nuove idee, nuovi stimoli, nuove proposte. Senza fretta, senza rumore ma con quella delicatezza che il ‘Tempo’ ci chiede….

    Mi piace

    • Ciao Furtivamente, è esattamente ciò che penso io, benchè questo mese mi metta addosso una dose di malinconia non raccontabile. Forse è il motivo per cui fuggo lontano e mi concedo ancora delle giornate di ferie, non ho voglia di fermarmi a riflettere! 🙂

      Mi piace

  4. poetica impressione di un mese, settembre, denso di significati i più disparati, un abbraccio nelle gradevoli frescure settembrine!

    Mi piace

  5. La citazione di Fortis me l’hanno “anticipata” …non mi resta che ripiegare sui porcini, con cui a settembre ci si possono fare delle buone paste e risotti.
    In realtà l’anno (per me) inizia sempre a settembre, quella di fine dicembre è solo un breve pausa, un “incidente” del calendario

    Mi piace

    • Buoni i funghi! Insieme alla nebbia mi ricordano mio padre. Quando ero bambina lo accompagnavo per campi e quando li trovavamo era una festa. A lui brillavano gli occhi e io, anche se non capivo bene, ero contenta a prescindere. Il rito della pulitura e dei successivi risotti della domenica mi creano malinconia, ero felice senza saperlo.

      Mi piace

  6. Adoro Settembre anche se mai si è pronti del tutto per ricominciare. ma si ricomincia, si deve, per me in modo obbligato e il nuovo settembrino lo ritrovo sempre. Velate malinconie per le vacanze finite, sì, ma anche non troppo, forse perchè il mio lavoro ancora mi piace, sicuramente perchè non siamo a Marzo quando la fatica mi ha già stesa. E poi la sospirata tregua del caldo feroce. Ma per questo dalle mie parti occorrerà attendere Ottobre.
    Buone vacanze a te, quindi 🙂

    Mi piace

    • Grazie Ili e buon lavoro a te. Non che io non stia lavorando, per la verità sto affogando… ma questo stacco di metà settembre è un momento che considero color dell’oro 🙂
      Settembre è un mese particolare che amo e detesto in egual misura, affronto e scanso in modo proporzionale. Insomma è il mio mese dei dubbi atroci e delle scelte faticose, sarà per questo che mi sale sempre un pò d’ansia?

      Mi piace

  7. ciao Stefania,
    belle riflessioni su quello che io considero il mese più bello dell’anno, non solo perché ci sono nato, Frank Sinatra a settembre ha dedicato una delle sue canzoni più belle, epiche.

    In effetti è il mese che gestisce il calendario della vita operativa e scolastica, il vero capodanno è il primo settembre.
    “È un mese che ci dona la dolcezza dei suoi frutti: la vendemmia, le prime castagne”
    nell’era in cui esistevano ancora le stagioni, settembre donava agli uomini un festival di colori, di luci e ombre quasi rinascimentali.

    Mi piace

    • Buongiorno Tads, siamo pronti per la stagione invernale? Io no, sono sincera. Troppe cose da mettere in fila mentre un ultimo scampolo di vacanza mi chiama per i saluti finali.

      Settembre è denso di malinconia, la medesima che se mi guardi bene vive perennemente riflessa nel mio sguardo. Forse per questo lo amo e lo temo in egual misura, mi assomiglia troppo e inevitabilmente mi ricorda d’essere anche fragile come una foglia al vento.
      Il tuo compleanno dev’essere più o meno adesso, TANTI AUGURIIIIIIIIIII AMICO MIO 🙂
      Stefania

      Piace a 1 persona

      • grazie carissima accetto gli auguri se gli anni li ho compiuti domenica.
        Stai migliorando, lo scorso anno ti sei sbagliata di una settimana, magari al prossimo ci prendi 😉 😀 🙂

        Piace a 1 persona

      • Ahahahah 🤣🤣🤣🤣
        Devi sapere che ho un difetto mostruoso, non ricordo le date.
        Sotto questo aspetto mi faccio paura da sola. Me le segno ogni volta ma poi non ricordo dove le ho segnate. Io sono così, precisa e puntuale su un’infinità di cose ma non so mai che giorno è e tendo a confondere i giorni della settimana. Penso sia un rifiuto psicologico ad accettare lo scorrere del tempo, almeno lo spero, altrimenti sono proprio rimbambita.
        Fiori e torte per te 💐 🌷 🌹 🍰 🎂 🥧

        Piace a 1 persona

      • rimbambita tu? non mi pare proprio.

        A dirla tutta, credo sia una cosa abbastanza comune dopo i quaranta, ci si ritrova su un ring a combattere contro il tempo e quindi si inizia a viverlo come un nemico, dimenticarsi alcune cose è una piccola, inconscia e perfidamente simpatica rivalsa 😉

        Piace a 1 persona

      • Probabilmente hai ragione tu ma si fanno delle figuracce mega galattiche! Ti ho mai raccontato che una domenica mattina di un paio d’anni fa andai in ufficio a Brescia? Ovviamente era chiuso 🤣 i miei erano fuori città e io ero convinta fosse lunedì! Come vedi un po’ “rimba” lo sono veramente😄
        Poi devo dirti che le strumentazioni elettroniche non mi sostengono, doveva arrivarmi una notifica che l’iPhone non ha inviato, mannaggia😓

        Piace a 1 persona

  8. Settembre è un mese di transizione e per me un mese molto importante. E’ successo quasi tutto a settembre : è morto mio padre, mi sono sposata il 25, è nato mio fratello , che si è sposato , a distanza di qualche anno ovviamente, il 26 ed il 19 è nata Arianna. Dimmi tu un po’ se posso non pensare a settembre benevolmente… Baci mia cara e buona ripresa. Isabella

    Mi piace

    • Per te è sempre un settembre magico 🙂 Che meraviglia.
      Visto che ci sono, non ho ancora chiamato tua figlia perchè sono impegnata con le serate nelle isole/sud Italia.
      La contatterò a fine ottobre per definire una data tra dicembre e febbraio 2019.
      Un abbraccio
      Stefania

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...