Milf – la rivincita delle cinquantenni o un termine dispregiativo?

800px-Julia_Ann_2010

Il termine Milf, utilizzato dai giovani di oggi per rivolgersi a determinate tipologie di donna, è diventato di uso comune ma sono in pochi a sapere con esattezza cosa significhi. Alcune signore lo considerano offensivo, altre lo vedono come un complimento, dipende con quale predisposizione d’animo si accoglie l’appellativo e ci si identifica in un processo che non è affatto banale. La traduzione letterale è la seguente “Mother I’d like to Fuck” cioè “La mamma con cui vorrei fare sesso”. Il termine è rivolto a una tipologia specifica di donna che grazie a una serie di requisiti è considerata attraente e sessualmente appetibile: mediamente si tratta di donne con figli o comunque accompagnate, di età compresa tra i 35 e i 50 anni, corpo da pin-up, qualche ritocco estetico, in carriera e con un ottimo status economico. Il termine ha trovato una notevole diffusione nell’ambito della pornografia, ecco perché è sconsigliabile etichettare una donna in tal modo benchè l’ironia personale possa superare in modo esemplare i limiti del linguaggio. Nell’ultimo decennio, grazie all’emancipazione, alle diete e alla tendenza a mantenere il corpo sano e in forma sono moltissime le donne che si possono definire affascinanti e bellissime nonostante l’impietoso trascorrere degli anni. Oggi per fortuna non solo gli uomini migliorano con i primi capelli brizzolati, accade anche che il sesso femminile acquisti charme e interesse. Dev’essere atomico il mix che scatena nelle giovani fantasie maschili il desiderio di farsi sedurre da sguardi adulti che dominano. Ovviamente il termine Milf è solo un’etichetta entrata nello slang comune dei giovanissimi come molti altri modi di dire tipo “mi whazzappi”, “chattiamo”, “mai na gioia”. Dal punto di vista sociale molte donne penseranno che è deprimente essere viste come oggetti sessuali ma non stiamo scoprendo l’acqua calda, stiamo solo fotografando una realtà che esiste e vivrà finché la domanda incontrerà l’offerta. Senza voler connotare il concetto di Milf solo in senso dispregiativo mi vengono in mente un paio di pellicole cult di tematica similare, avete visto “Il laureato” o l’interpretazione magistrale di Kim Basinger in “The door in the floor”? In entrambi i film uomini giovanissimi hanno liaison con donne mature per motivi diversi. Come non capirli? Le donne che arrivano alla soglia degli “anta” hanno pregi che le giovanissime ancora non hanno acquisito, hanno sicurezza e equilibrio, non vogliono sposarsi e fare figli a tutti i costi, hanno finanze solide e diciamolo… una maturità sessuale che potrebbe essere garanzia di complicità. Forse oggi gli uomini cercano appoggio e protezione in un ribaltamento dei vecchi ruoli? Non saprei dire, come non saprei dire come mai se cerco su Google il termine Milf e ne guardo le immagini correlate mi escono solo fotografie  hard. Ma allora “essere una milf” è la rivincita delle cinquantenni innanzi all’avanzare dell’età o solo un termine dispregiativo?

Stefania Diedolo

39 thoughts on “Milf – la rivincita delle cinquantenni o un termine dispregiativo?

  1. È un termine sessista, che connota queste donne come mero oggetto sessuale (non a caso viene usato il termine molto crudo fuck).
    Che poi alcune donne mature desiderino essere oggetti sessuali per ragazzi più giovani è un altro discorso. Ma no, non è certo una rivincita, e a paragone il desueto termine “tardona” diventa un bellissimo complimento.

    Piace a 1 persona

    • Ho voluto fare questo post perché durante uno scambio con alcune colleghi sull’argomento specifico, si è aperta una discussione infinita e mi sono accorta che non tutti avevano le idee chiare. Alcune donne presenti non lo consideravano offensivo anzi… a loro dire essere desiderate dai giovanissimi era segno di avvenenza. Il concetto di mero oggetto sessuale non ha sfiorato nessuna delle presenti, probabilmente nel loro immaginario lo erano anche i giovani boy.
      Siamo andati oltre il sessismo?

      Mi piace

    • L’accrescitivo “milfone” mi mancava nel repertorio, quindi è sessista ma resta un apprezzamento! Interessante come vision, l’ambivalenza di alcuni meccanismi comunicativi mi affascina.

      Mi piace

    • Diciamo che se “milfona” viene usato senza tenere conto dell’esatta traduzione e del significato che ne fanno oltre oceano, potrebbe essere anche un grossolano complimento. Tutto dipende dal contenuto e dall’intenzione

      Mi piace

    • E’ quanto ho sostenuto io durante uno scambio tra colleghi ma non mi crederai… non tutte le signore presenti lo intendevano così. Una di loro millantava di essere adorata dagli amici della figlia, ecco perchè penso che non tutti abbiano ben compreso il termine, o meglio… è ben chiaro agli uomini ma di meno alle signore etichettate.
      Mi chiedo se il loro (quello delle donne) è un atteggiamento difensivo o se proprio a livello culturale è passato un messaggio sbagliato.

      Piace a 1 persona

      • credo che molte donne siano lusingate dall’essere “appellate” così perchè non conoscono bene il senso del termine, acronimo americano. Credono sia un bel complimento. La cultura fa la differenza ma anche la maturità. Molti termini pescati da internet sono sconosciuti a molti

        Piace a 1 persona

  2. E’ necessario sempre distinguere bene i contesti in cui nasce questa associazione Signora Milf, tuttavia secondo la mia piccola esperienza, fondata sulla moderata esperienza dell’uso del termine fatto negli ambienti lavorativi e tra gli amici delle mie figlie, accade che quando il contesto è soprattutto sessuale vince alla grande il termine “zoccola” ( e relative varianti ) indipendentemente dall’età della donna. Il termine “signora” è spesso usato ad indicare implicitamente una valutazione incolore della persona. Il termine “milf”, invece, l’ho sentito usare soprattutto da persone mediamente intelligenti (ragazzi e anche ragazze) e sempre riferito a donne che oltre ad avere un portamento e una figura curata, evidenziavano anche un luccichio particolare nel loro sguardo ( luccichio non necessariamente malizioso ). E l’ho sentito utilizzare sempre con un tono velatamente ammirato.
    E quando c’è ammirazione, il sesso, che sicuramente fa la sua parte, conta in misura equilibrata.

    Piace a 1 persona

    • Ciao Pj, mi piace questo tuo commento. In modo esatto hai dipinto il dire delle mie colleghe, le quali sostengono che sentirsi dare della Milf dagli amici delle figlie è un complimento alla loro femminilità. Della serie “sono ancora fica nonostante abbia già cinquant’anni”, questo non preclude che l’appellativo le trasformi in “zoccole” se non lo sono.
      Personalmente lo trovo scurrile perchè sono influenzata dall’opinione maschile, ma dai commenti che leggo e dal confronto che ho avuto in ufficio mi rendo conto che non tutto ciò che si crede necessariamente è.

      Piace a 2 people

      • Io credo sia un po’ differente l’utilizzo del termine nella sua accezione inglese, da come si sta diffondendo nella nostra cultura. Specialmente tra i giovani che mediano tutto attraverso cellulari e chat e non hanno mai avuto da noi più vecchi un buon termine per definire la sorpresa: “Guarda che donna! Bella e intelligente”. Il termine “bella signora” è oggettivamente troppo scialbo e generico. Meglio milf. Corto e dice tutto.

        Mi piace

    • Essere matura ed apprezzata e ammirata dai giovani è una cosa. Il fatto è che il termine fuck si traduce con fottere o scopare. Certo, sentirsi dire “ti scoperei sul tavolo” può essere gratificante, magari però più nella coppia che da parte di uno sconosciuto.

      Piace a 1 persona

      • Emmepi, i gusti sono sempre molto personali… so per certo che esistono donne che gradiscono certe cose da perfetti sconosciuti, come esistono uomini che certe porcate gradiscono farle non con le madri dei loro figli.

        Mi piace

      • Come dicevo è sempre necessario distinguere bene i contesti. E in alcuni contesti il termine può essere davvero offensivo.
        Comunque la parola in sé, al di là del significato preciso dell’acronimo, sta diventando un termine non molto differente da “cazzo” o “figa”, parole che ormai sentiamo anche sulla bocca di persone mediamente eleganti. Inoltre, non che io voglia in alcun modo difendere i vari youporn (che chiusi all’istante farebbero progredire l’umanità di un bel po’ con poca fatica), ma, a mio avviso, il termine milf è notevole (e per questo ha avuto successo) per le altre due parti che ha al suo interno: la parola “madre” che da sola ha all’interno tutta una serie di implicazioni su cui non mi dilungo per non annoiare, e il concetto “mi piacerebbe” che pone chi desidera in una condizione di implicita dipendenza e inferiorità. Se il termine chiave dell’argomento della nostra sempre cortese ospite fosse stato qualcosa tipo “minf” (mother I need to fuck), non saremmo qui a discutere e non avrei mai assistito a certe affermazioni ammirate di certi giovani affascinati molto più dall’aura di una donna che dalle sue morbide curve ultraquarantenni.
        Sono temi dove ogni lettura è opinabile, ogni generalizzazione troverà mille eccezioni.

        Piace a 1 persona

    • esimio PJ,
      dimmi dove vivi che mi compro una casa lì, il sesso in “misura equilibrata”? in due righe hai smontato una certezza universale che si perpetra da millenni: la passione carnale. Inizio a mitizzarti 😉 😀

      Piace a 1 persona

      • 😀 😀 Caro TADS, sei sempre pericolosamente in agguato, abile a trovare ogni più piccola sbavatura … Sei veramente forte.
        La passione carnale rimane il motore di tutto. Anche se pure quella è solo un abile travestimento del nostro più profondo codice genetico. Con il “sesso che conta solo in maniera equilibrata” cercavo di addolcire il fatto che se non ci fosse la componente di attrazione sessuale la parola “milf” non verrebbe fuori, ma spesso pesa molto meno di quello che l’origine della parola farebbe presupporre.
        Lungi da me l’idea di smontare le certezze universali.
        In questo momento sono in un luogo non precisato del Cadore. Cielo mozzafiato, aria limpidissima e rocce scintillanti. Sarebbe il luogo ideale per intavolare discussioni. 😉

        Piace a 2 people

  3. Con gli acronimi già si sintetizza, in inglese poi.
    Tu l’hai tradotto con “Mamma con cui vorrei fare sesso”. In realtà “mamma che vorrei scopare” rende un po’ più l’idea.
    Sul fatto di giudicarlo sessista e in maniera negativa, penso dipenda da molti fattori. Come viene detto, da chi viene detto e da chi viene recepito.
    Se ad una donna con cui ho poca confidenza le dico che è una bella gnocca probabilmente lei si offenderà ed io avrò fatto una figuraccia. Ma se lo faccio ad una amica con cui so che me lo posso permettere, la battuta sarà ironica e lei ci riderà sopra sentindosi magari anche lusingata.
    Come spesso avviene, il problema non è nelle parole, ma nell’uso che ne viene fatto.

    PS: comunque ai miei tempi si definivano nave scuola…non saprei cosa è peggio 😉

    Piace a 1 persona

    • L’acronimo credo sia sessista di nascita, poi come tutte le cose assume significato in base al contesto, al periodo storico e a chi lo dice.
      Effettivamente il significato che viene attribuito dai giovani d’oggi è negativo, se poi alcune signore non se la prendono più di tanto… meglio per loro 😉

      P.s non posso dirti come chiamavano le donne ai miei tempi e nelle mie zone, mi vergogno solo a ricordarlo.

      Mi piace

  4. il problema secondo me è l’uso improprio del termine. Essere curata e bella e avere il luccichio negli occhi è stupendo per una Donna “matura” e appellarla milf non le si addice, soprattutto quando la sventurata non conosce i’esatto significato del termine e magari dietro si nasconde pure un giochetto un pò perverso da parte di alcuni uomini non propriamente maturi. Insomma per me è meglio dire “sei bellissima, c’hai un corpo fantastico, due tette stupende, un sedere da favola e soprattutto il luccichio jeglio occhi che usare il termine milf che proprio non c’azzecca nulla. Con milf si vuol giocare a dire “sei una zoccola” senza dirlo.

    Mi piace

  5. E’ un termine sessista già solo dall’acronimo e quindi come può essere un complimento?

    Comunque, ancora pochi anni e io entro nella categoria ” grannies”, sallo 😉

    Mi piace

    • 🙂 sul termine la penso come te ma non tutte le donne siamo io + te, ti assicuro che alcune lo intendono in modo differente (le ho sentite con le mie orecchie).
      Comunque sto per entrare nella categoria di chi ha l’alzeihmer giovanile, sallo.

      Piace a 1 persona

      • Se è per questo ci sono donne che reputano complimenti anche commenti volgari sulla loro fisicità… ma non è “colpa” loro, viviamo in una società (parlo dell’italia) che ancora oggi ha forti base “maschiliste” e ci ha insegnato che quelli sono “complimenti”.

        Le madri (non tutte sian ben chiaro, ma in quantità NOTEVOLI in italia) spendono più per il matrimonio della figlia che per la sua istruzione… e questo ti dà la misura del livello sociale e della considerazione del femminile

        Ma che te lo dico a fare, so cose che vedi e sai già anche tu.

        Piace a 1 persona

      • Mi fa piacere leggerti, lo sai, quindi ti ringrazio per questo scambio. Anche se sono cose che si sanno, ricordarcele non fa mai male. Come ho scritto a qualcuno sopra di te (non ricordo chi), la comunicazione è evoluta più velocemente di quanto lo siano le persone stesse, questo crea distonie ad ogni livello sociale. Parlarsi e non capirsi ormai è all’ordine del giorno, avviene in molti ambiti. Se poi la terminologia è tipicamente internettiana ti garantisco che puoi pure morirci dal ridere🤣

        Piace a 1 persona

  6. Dispregiativo.
    Ci sono termini italiani bellissimi per definire una donna molto piacente nonostante l’ età.
    Si stava meglio quando non si conosceva l’ inglese- disse qualcuno che non ricordo.
    Mi chiedo perché il corrispettivo maschile -Dilf- non stia prendendo piede come quello femminile. Non è che fondamentalmente infastidisce gli uomini? Non è che noi donne siamo più attente nel rispetto?

    Mi piace

    • Ciao Marirò.
      Secondo me non prende piede perchè per noi donne è già abbastanza dire che uno è “bbbono” per dire tutto:-) Ci si capisce prima e non ce la meniamo tanto.
      Alcuni inglesismi sono molto fastidiosi, Milf a parte, in ufficio anneghiamo in terminologie e acronimi allucinogeni.
      Anche nel tuo ambiente è di moda?

      Mi piace

      • Penso sia un po’ diverso. Con “” bbono”” o ” bbona” ci riferiamo a un bel corpo che si può desiderare anche tra le lenzuola, ma non è detto che colui o colei ci sta. Il termine ” milf” sottintende la disponibilità a fare sesso.
        Questo è ciò che può offendere.

        Anche nel gergo professionale degli insegnanti ci sono parecchi inglesismi, arrivano diretti dal ministero dell’ istruzione.Nel comune parlato, invece, capita la battuta in dialetto, sicuramente più efficace e divertente.

        Mi piace

      • Temo che il termine sia stato talmente abusato nella pornografia d’aver sostituito il più antico “puttana” – resta il fatto che i giovani lo utilizzano anche innanzi a donne che tutto sembrano tranne che “zoccole”, talvolta è sufficiente il loro essere procaci e di bella presenza. Gli acronimi (soprattutto quelli importati) molto spesso tendono a seguire le mode e i periodi storici a seconda del contesto sociale e dei gusti personali.
        Comunque lo bocciamo a prescindere 🙂

        Mi piace

  7. ciao Stefania,
    senti maaaaaaaaa…. la tipa nell’immagine è una tua amica?
    mi passi il contatto Wapp? 😀 😀 😀

    perdona la parentesi ludica 😉

    dunque, il termine “sessista” di boldriniana concezione ha rotto i cabasisi, non se ne può più, ieri sera, smanettando sul telecomando, mi sono imbattuto nella prima puntata del grande fratello vip (?). Un serraglio, un postribolo, un lupanare, una accozzaglia di galline (si salva solo la marchesa) che anelano mostrare al mondo pezzi di carne e comunicare disponibilità ambigua.

    domanda tutt’altro che retorica: le donne usciranno mai da questa ambiguità comportamentale?

    “sessismo”, maddove?

    Mi piace

    • Ciao Tads, la tipa della foto non è tra i miei contatti wazz:-) mi spiace 🙂
      Il GF di ieri sera l’ho intravisto di sfuggita perchè sono reduce da un viaggio e annegavo nelle valigie, il poco che ho visto mi ha lasciata perplessa, certe etichette le donne se le cercano.
      Un abbraccio

      Piace a 1 persona

  8. Un termine che proprio non mi piace, lo trovo sgradevole, triste, come tristi sono i complimenti grossolani. Un giovane uomo può essere attratto sessualmente da una donna “matura”, però la gioventù sa essere anche spietata.

    Mi piace

    • Lo bocciamo su tutti i fronti se sei d’accordo 🙂 I bambini e i ragazzi per natura sono spietati anche tra di loro… non hanno remore e sempre più crescono egocentrici e saputelli. Probabilmente manca una cultura civica che argini la loro “intraprendenza intellettuale”, di sicuro nell’ultimo ventennio è mancata la famiglia e si sono estremamente diversificati i mezzi di comunicazione che sono evoluti più degli umani stessi.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...