m e m o r i e

ATTESA

“Cerco il cammino che porta al suo cuore gentile, ma lei lo nasconde bene, dentro il suo scrigno di fiori.
Vago senza meta, perduto in questo ideale, ma amo questo bouquet, gusto i suoi petali. Lei è inaccessibile, adorabile ed unica, è un’ideale, un voto, una supplica, un astro luminoso, una stella cadente, un diamante eterno.
E’ un vento estivo che accarezza la pelle, una brezza marina dal soffio lungo e caldo.
Può diventare un tifone, un violento uragano, se niente la mitiga.
So che lei è l’amore in tutta la sua bellezza.
Ha mostrato tutte le sue armi nell’arte dell’amare.
Un giorno si sveglierà, aprirà i suoi occhi ad un principe affascinante le dirà: ti voglio!”

J.Prévert